Home Archivio storico 1998-2013 Personale Flc-Cgil segnala problematiche sui docenti inidonei e ITP C999 e C555

Flc-Cgil segnala problematiche sui docenti inidonei e ITP C999 e C555

CONDIVIDI
  • Credion

Il sindacato denuncia di avere avuto segnalazioni da parte di docenti inidonei e ITP C999 e C555 secondo le quali alcuni Uffici territoriali del MIUR starebbero comunicando ai presidi di attivarsi per sottoporre a nuova visita i docenti inidonei della loro scuola e a mutare i contratti di utilizzo per gli Insegnanti tecnico pratici.

Questa la lettera 

Icotea

Roma, 23 settembre 2013
Al Capo Dipartimento per l’Istruzione
Dott. Luciano Chiappetta

Alla Direzione generale per il Personale Scolastico
Dott. Gildo De Angelis
MIUR 

Oggetto: segnalazione su problematiche docenti inidonei e ITP C999 e C555

Sono pervenute a questa organizzazione sindacale segnalazioni giustamente allarmate da parte di docenti inidonei e ITP C999 e C555 i quali, in relazione all’attuazione del D.L. n. 104 del 12 settembre 2013, informano che alcuni Uffici Territoriali (ad es. in Veneto, ed in particolare da parte dell’ATP di Padova con nota del 17 settembre 2013, ma non solo), stiano direttamente comunicando ai Dirigenti Scolastici di attivarsi per sottoporre a nuova visita i docenti inidonei della loro scuola (con indicazioni nominative degli interessati) ai sensi del comma 7, dell’art. 15, del D.L o nel caso degli ITP a mutare i contratti di utilizzo.
La scrivente organizzazione, tenendo conto degli incontri con i sindacati sul tema già convocati al MIUR e tenendo conto che, in base a quanto precede il comma 5 dello stesso articolo 15, il D.L. prevede che la stessa commissione sia integrata da un rappresentante dell’amministrazione, ritiene tali iniziative estemporanee ed inaccettabili, prima che codesto Ministero abbia emanato le necessarie ed opportune indicazioni su tutto il territorio nazionale.
Pertanto si chiede che tali disposizioni locali vengano immediatamente ritirate, in attesa che siano emanate disposizione da parte dell’amministrazione centrale.

Si rimane in attesa di cortese risconto alla presente.
Cordiali saluti