Home Personale Formare la scuola per prevenire e gestire fenomeni di bullismo e cyberbullismo

Formare la scuola per prevenire e gestire fenomeni di bullismo e cyberbullismo

CONDIVIDI

La cronaca lascia attoniti e confusi. Casi di violenza o di bullismo? I ragazzi mostrano di conoscere innumerevoli applicazioni e di essere avanti anni luce rispetto a noi immigrati digitali, ma anche di avere un grande bisogno di trovare una guida e di sentirsi accolti in una comunità educante che tenga conto delle loro fragilità.

Per stare al passo con loro, per formarsi su ciò che è davvero bullismo e distinguerlo da altri fenomeni, per approfondire i rischi e l’incidenza del cyberbullismo analizzandone gli aspetti giuridici, sociologici, psicologici, e tecnici, e per fornire ai partecipanti strumenti pratici per riconoscere tempestivamente i segnali di disagio e applicare da subito nel contesto in cui operano, torna la nuova edizione dell’unico corso con certificazione e crediti dedicato ai docenti, agli educatori e a tutte le professioni con obbligo di ECM che si terrà a Milano il 7 e 8 febbraio 2020.

PEPITA è una Cooperativa Sociale composta da educatori esperti in interventi educativi e sociali, percorsi di formazione e attività di animazione rivolte a scuole, comuni, oratori e parrocchie. Da oltre 15 anni è attiva nella realizzazione di attività di prevenzione e contrasto dei fenomeni di bullismo e cyberbullismo. Collabora con enti e istituzioni universitarie, su progetti specifici rivolti ai ragazzi, ai docenti e al personale ATA. Nel corso dell’A.S. 2017/2018 ha formato oltre 1200 docenti referenti del cyberbullismo. Il Presidente, Ivano Zoppi, è membro del Tavolo Interistituzionale per la prevenzione ed il contrasto del bullismo e del cyberbullismo, indetto da Regione Lombardia e dall’Ufficio Scolastico della Lombardia oltre che presente tra i membri della Consulta Regionale sul bullismo e sul cyberbullismo.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il corso che organizza presso la sua sede di viale Sondrio 7 permette ai docenti partecipanti di ottenere 2 crediti CFU per la formazione obbligatoria prevista dal MIUR, e agli educatori e professionisti con obbligo di ECM 16,8 crediti.

PROGRAMMA DEL CORSO

Potete consultare il programma completo nella brochure.

È possibile anche iscriversi acquistando con bonifico o Carta Docente; per ottenere l’attestato MIUR completare l’iscrizione tramite Sofia (codice 9623) cliccando Qui 

Confermando subito la partecipazione, per iscrizioni entro il 17 gennaio 2020 è previsto uno sconto speciale che dà diritto di partecipare al corso versando €150 invece che €185.

Con metodologia interattiva che prevede uno scambio tra relatore e partecipante al termine di ogni blocco formativo, si susseguiranno:

  • Ivano Zoppi – Presidente Pepita Onlus e Segretario Generale Fondazione Carolina
    Onlus
  • Maria Assunta Zanetti – Professore associato presso il corso di laurea in Psicologia Università di Pavia
  • Miriam Friedenthal – Project Manager area Formazione Pepita Onlus e Fondazione Carolina Onlus
  • Marco Bernardi – Psicologo e Psicoterapeuta Pepita Onlus e Fondazione Carolina Onlus
  • Paolo Picchio – Presidente onorario Fondazione Carolina Onlus
    Alessandra Gibbin – Avvocato del Foro di Novara
  • Claudio Rota e Presidente 1SAFE
  • Erika Cavallaro – Referente di Istituto bullismo e cyberbullismo IC Via Bologna di Bresso
  • Daniela A. Leone – Primo Collaboratore del Dirigente scolastico e Referente di Istituto bullismo e cyberbullismo IC Don Milani di Turbigo

Le due giornate sono pensate per affrontare i fenomeni dalle basi:

  • Cosa s’intende e quali sono le condizioni affinché si possa parlare di bullismo e di cyberbullismo
  • Quali sono le caratteristiche aggiuntive che il cyberbullismo apporta al bullismo tradizionale
  • Conoscere gli effetti delle vittimizzazioni da bullismo e cyberbullismo
  • Come riconoscere i primi campanelli d’allarme e attivare linee di intervento
  • L’autolesionismo on line: cosa s’intende, come si diffonde e come aiutare i ragazzi
  • Aspetti relazionali e comunicativi: come rispondere a situazioni di disagio
  • Conoscere il funzionamento dei principali social network e sistemi di messaggistica utilizzati dai ragazzi
  • La condivisione del proprio corpo sul web: dal sexting al “sex sharing”
  • Quali sono le implicazioni legali di un atto di bullismo e cyberbullismo
  • Conoscere cosa prevede la Legge 71/2017 – Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo
  • Le norme introdotte dal GDPR in materia di privacy
  • Prevenzione e supporto: intervenire sulle vittime e sui bulli: il Modello di Fondazione Carolina e l’utilizzo di “1Safe pronto intervento cyber”
  • “Le parole fanno più male delle botte” la testimonianza di Paolo Picchio, papà di Carolina, prima vittima di cyberbullismo

Con approfondimenti tratti da casi di studio e la partecipazione straordinaria di Paolo Picchio, papà di Carolina, prima vittima conclamata di cyberbullismo a cui è stata dedicata la Legge in vigore.

Al termine del percorso è previsto l’esame di certificazione on line CYBERSCUDO Battilbullismo a cura di AICA – Associazione Italiana per l’Informatica ed il Calcolo Automatico e Pepita Onlus consentirà di attestare le competenze acquisite durante il corso.

Ecco alcuni commenti significativi delle precedenti edizioni:

“Corso serio, ben organizzato. Il taglio multidisciplinare è stimolante e aiuta ad entrare nel vivo dei fenomeni /problemi trattati”

“Ottimo momento riflessivo e di approfondimento su tematiche attuali e non conosciute”

“Molto gradevole il clima estremamente utile nella pratica”

Per iscriversi acquistando on line cliccare QUI

Sede del corso

Pepita Onlus, Viale Sondrio 7, 20124 Milano (MM3 Sondrio)

Per informazioni contattare:
[email protected]
Tel 02/87.264.399

CONDIVIDI