Home Archivio storico 1998-2013 Personale Giornata mondiale degli insegnanti. Grasso: educhi alla convivenza multietnica

Giornata mondiale degli insegnanti. Grasso: educhi alla convivenza multietnica

CONDIVIDI
  • Credion
Mettere la formazione dei nostri giovani tra i primi posti dell’azione di rilancio dell’Italia. È il messaggio che giunge, a due giorni dalla Giornata mondiale dell’insegnante, dal presidente del Senato Pietro Grasso. Chiudendo, il 3 ottobre, il suo intervento alla IV edizione della Manifestazione ‘Cento Piazze’, Grasso ha detto che "istruzione, formazione e cultura devono essere considerate prioritarie e poste centro degli obiettivi strategici per lo sviluppo civile e morale del Paese e per una crescita economica durevole, come già alcuni atti del governo Letta hanno iniziato a fare".
Il presidente del Senato si è poi soffermato sul ruolo degli educatori, in particolare degli insegnanti "dei primi gradi di istruzione", ai quali "è attribuito il delicato compito dell’educazione alla civile convivenza, al rispetto reciproco e all’accettazione delle differenze tra persona e persona, tra culture e religioni diverse". Per poi aggiungere, a proposito della convivenza multietnica non sempre facile da attuare: "le diversità, in una scuola sempre più multietnica e multiculturale, devono essere percepite dalle giovani generazioni – ha concluso Grasso – non più come troppo spesso è stato in passato quali fonti di divisioni e contrapposizioni, bensì quali occasioni di confronto costruttivo e opportunità di crescita e sviluppo”.
Solo una considerazione: quella delle divisioni e delle contrapposizioni multiculturali è una realtà che, purtroppo, non riguarda solo il passato.