Home Alunni Gli studenti agli adulti: “in guerra 13 mln senza scuola. Come faranno...

Gli studenti agli adulti: “in guerra 13 mln senza scuola. Come faranno a vivere?”

CONDIVIDI

E’ partita l’iniziativa degli alunni della provincia di Torino per sensibilizzare gli adulti sul tema della guerra in Libia, che porta con sè, oltre a morte e distruzione, anche l’allontanamento dei giovani dalla cultura e dall’istruzione.

L’appello degli studenti è stato inviato al “Tribunale dei Popoli” dalle scuole elementari e medie di San Raffaele Cimena e Sciolze ed è stato condiviso e sottoscritto da centinaia di adulti della zona e  firmato da 120 parlamentari, fra cui l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Icotea

“Mi sono fatto promotore di questa iniziativa anche in Parlamento – spiega il senatore socialista Enrico Buemi – perché considero importante il segnale che ci arriva dai ragazzi, soprattutto in un momento come l’attuale”.
“L’idea – aggiunge – è quella di consegnare poi tutte le firme raccolte nei vari palazzi della politica nelle mani dei presidenti delle Camere affinché anche loro si facciano ambasciatori di questo appello”.

“Chi non va a scuola, quando sarà grande, come farà a vivere? – chiedono gli alunni nella lettera al ‘Tribunale dei Popoli’ – Come saprà scegliere tra le azioni giuste e sbagliate? Abbiamo letto di Malala che, a soli 11 anni, in un blog documentava il regime dei talebani pakistani e di Iqbal Masih venduto dal padre a un venditore di tappeti per pagare un debito di 26 dollari…”.

E a firmare questa lettera sono stati fino ad oggi in 571 ai quali si aggiunge la sottoscrizione di 120 parlamentari. “Sarebbe bello che gli adulti ascoltassero di più i bambini e che da questo piccolo gesto si arrivasse ad una mobilitazione più grande, magari a livello internazionale…”, si augura Buemi.