Home Attualità Gli studenti irrompono a Bicocca per contestare Fedeli

Gli studenti irrompono a Bicocca per contestare Fedeli

CONDIVIDI

Durante le fasi dell’inaugurazione dell’Anno accademico 2017-2018 dell’Università di Milano – Bicocca, presente la ministra dell’istruzione, Valeria Fedeli, alcune decine di studenti universitari con ragazzi delle superiori, sotto la sigla Osa (Organizzazione studentesca autonoma), hanno protestato per la loro esclusione dall’aula magna e contro l’alternanza scuola-lavoro.

Gli studenti, un paio dei quali sono comunque riusciti a entrare fin dall’inizio, hanno bussato rumorosamente alle porte e tentato di fare irruzione nella sala.

Icotea

“Siamo studenti e dentro ci sono posti vuoti; vogliamo solo entrare a sentire la conferenza”.

Fedeli alla cerimonia

Alla cerimonia hanno partecipato l’ex premier Enrico Letta e la ministra dell’Istruzione Valeri Fedeli, alla quale una manifestante ha urlato: “Vai a laurearti”.

Una volta conclusi gli interventi dei due ospiti principali i manifestanti sono stati fatti entrare nell’aula magna e hanno esposto dal palco le ragioni della loro protesta.

Lavoro gratis con l’alternanza

“Ci fanno lavorare gratis – ha detto il rappresentante degli studenti – i percorsi di alternanza scuola lavoro sono fasulli e vengono fatti in aziende non idonee. Finalmente abbiamo la possibilità di parlare con il ministro e le diciamo che questi non sono percorsi formativi ma mano d’opera gratis nelle aziende. Il sistema ha fallito”.

La replica della ministra

“Mi sembra che le cose da voi dette – ha replicato Fedeli (Il video)  – stiano nel dibattito del Movimento degli studenti, non di tutti, per fortuna c’è il pluralismo. Ci sono dei dati oggettivi, uno dei quali è che l’alternanza scuola-lavoro, essendo una innovazione didattica, fa parte della formazione e nessuno studente può essere utilizzato in modo improprio.

Ci sono tante persone con esperienze di alternanza che non hanno la vostra opinione”. “Rimaniamo con opinioni differenti, vi ringrazio di avere di nuovo sollevato il tema al quale credo che il mio ministero debba lavorare con più forza” ha concluso il ministro, interrotta più volte dai manifestanti.

“Vi ringrazio – ha replicato Fedeli – di avere sollevato questo tema dell’alternanza scuola-lavoro a cui penso che il mio ministero debba lavorare con più forza e qualità”.