Home Personale Grandi insegnanti per nutrire grandi menti. Aperte le candidature per il Global...

Grandi insegnanti per nutrire grandi menti. Aperte le candidature per il Global Teacher Prize 2018

CONDIVIDI

Armando Persico, il prof italiano arrivato in finale per il Global Teacher Prize 2017 della Varkey Foundation, lancia l’invito alle famiglie e agli studenti a proporre, per l’edizione del 2018, l’insegnante che li ha maggiormente ispirati. È necessario, spiega il docente, intervenire urgentemente a rafforzare il rispetto di cui gli insegnanti godono in Italia, per far sì che la professione attragga i candidati migliori, e “aiuti le giovani menti a districarsi in un mondo in continua evoluzione”.

“I bambini di oggi- scrive in un comunicato il prof Persico-  si trovano ad affrontare un mondo in continua evoluzione e sarà questa generazione a dover sostenere le prove più ardue per trovare la soluzione ai problemi moderni.

Abbiamo bisogno di grandi insegnanti che possano nutrire grandi menti, in caso contrario non riusciremo mai ad affrontare i problemi globali. Quando gli insegnanti non vengono rispettati, i bambini non li ascoltano, i genitori non li sostengono, e gli individui di maggior talento continueranno a non ritenere l’insegnamento una professione appagante.

È proprio per questo che desidero invitare gli allievi e i genitori a nominare il proprio insegnante preferito nell’ambito del Global Teacher Prize 2018, contribuendo così a celebrare il lavoro svolto dai migliori insegnanti in tutta Italia”.

 E proprio oggi, mercoledì 21 giugno 2017, si aprono le candidature per il concorso, con in premio un milione di dollari. Giunto alla quarta edizione, si tratta del maggior concorso di questo tipo nell’ambito dell’istruzione. Per presentare una candidatura è sufficiente visitare l’indirizzo www.globalteacherprize.org.

Il termine per la presentazione delle nomine è domenica 8 ottobre 2017.

Gli insegnanti italiani che si iscrivono, anche in seguito a una candidatura, potrebbero essere selezionati tra i primi 50 candidati i quali verranno ulteriormente selezionati dal Prize Committee, che sceglierà i 10 finalisti. Tra questi ultimi, la Global Teacher Prize Academy, costituita da personalità di spicco, sceglierà il vincitore

Il Prize Committee e l’Academy reperiranno informazioni per dimostrare che i candidati soddisfano i criteri richiesti.

Che sono i seguenti

Hanno raggiunto risultati dimostrabili nell’apprendimento degli studenti in classe;

Usano pratiche educative innovative ed efficaci, che possono essere riprodotte e adattate per influenzare la qualità dell’istruzione a livello globale;

I risultati ottenuti dall’insegnante, in classe e fuori, sono riconosciuti da studenti, colleghi, presidi e membri della comunità;

Aiutano i bambini a divenire cittadini del mondo, offrendo loro un’istruzione fondata sui valori, che fornisce ai giovani competenze, sia nella vita sia nel lavoro, e li prepara a un mondo in cui incontreranno persone di diverse nazionalità, culture e religioni;

I risultati ottenuti all’interno della comunità, al di là dell’insegnamento in classe, costituiscono modelli di eccellenza unici ed eminenti per la professione e per gli altri;

Incoraggiano i colleghi a continuare a insegnare e a sviluppare le proprie competenze, oltre a invogliare altri a intraprendere la professione.

Nel marzo di quest’anno, l’insegnante canadese Maggie MacDonnell si è aggiudicata il Global Teacher Prize 2017. La sua vittoria è stata annunciata in collegamento con la Stazione spaziale internazionale al Global Education and Skills Forum di Dubai.

 I dieci finalisti saranno invitati a Dubai per partecipare alla cerimonia di consegna del premio, che si svolgerà nell’ambito del Global Education and Skills Forum nel marzo 2018, durante il quale il vincitore sarà annunciato in diretta.

Il concorso è riservato agli insegnanti che attualmente lavorano con bambini tra i 5 e i 18 anni, che frequentano la scuola dell’obbligo. Anche gli insegnanti che lavorano part-time, così come quelli che impartiscono corsi online, possono partecipare. La competizione è aperta a tutti gli insegnanti, indipendentemente dal tipo di scuola e dal paese in cui si trovano, fatte salve le leggi locali.

Quando un insegnante viene candidato, la persona che lo nomina fornirà una breve descrizione online per spiegare i motivi della scelta. 

Gli insegnanti nominati riceveranno quindi una e-mail in cui saranno informati della nomina e invitati a iscriversi per poter concorrere al premio. È possibile effettuare l’iscrizione in inglese, cinese, arabo, francese, spagnolo, portoghese e russo. Per partecipare alla conversazione online, segui @TeacherPrize su: www.twitter.com/TeacherPrize e www.facebook.com/TeacherPrize

 Contatto:

Roberta Bonometti I European Media Relations

+44 7770 211955

roberta@bonometti.org | skype: roberta.bonometti

http://www.globalteacherprize.org.

CONDIVIDI