Home Archivio storico 1998-2013 Generico Habemus Papam: Francesco

Habemus Papam: Francesco

CONDIVIDI
  • Credion

Il cardinale JORGE MARIO BERGOGLIO é stato eletto Papa, si chiamerà Francesco. Era già arrivato vicino al soglio pontificio nello scorso conclave, quando arrivò per così dire "secondo", e poi fu invece eletto pontefice Joseph Ratzinger. È il primo Papa sudamericano della storia. È l’arcivescovo di Buenos Aires ed è nato il 17 dicembre del 1936 nella stessa città argentina di cui oggi è arcivescovo. E’ gesuita. 
 E’ il primo sudamericano della storia. Era l’unico degli elettori gesuita.
Molto vicino alla comunità di Sant’Egidio è amico del ministro Riccardi
Alle 19.06 la terza fumata è quella giusta. Le campane suonano a festa. Lacrime dei fedeli in piazza San Pietro
Le sue prime parole sono state: "Fratelli e sorelle, buonasera. Voi sapete che il dovere del Conclave è dare un vescovo a Roma. Sembra che i miei fratelli cardinali sono andati a prenderlo quasi alla fine del mondo… ma siamo qui" e poi: "Preghiamo per Benedetto XVI…".
 E prima di dare la benedizione alla “Città e al Mondo” ha chiesto alle miglia di persone radunate in Piazza San Pietro “un favore”: “Benedite prima voi il nuovo Papa e poi il Papa vi benedirà”.
Poi saluta: "Ci vediamo presto, domani voglio andare a pregare la Madonna per tutta Roma. Buona notte e buon riposo"
Poche parole, semplici, ma sufficienti per commuovere 
I frati francescani di Assisi "rendono lode a Dio e gioiscono per l’elezione del Sommo Pontefice cardinale Jorghe Bergoglio". La famiglia francescana "si stringe al Santo Padre con sentimenti di gratitudine, sincero affetto e profondo ossequio, promettendo con Francesco obbedienza e riverenza al signor Papa".