Home Alunni Iscrizioni 2018/2019, anche quest’anno le famiglie in difficoltà con la procedura telematica?

Iscrizioni 2018/2019, anche quest’anno le famiglie in difficoltà con la procedura telematica?

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Le iscrizioni 2018/2019, avranno inizio dalle 8.00 del 16 gennaio e termineranno alle 20.00 del 6 febbraio 2018, per quanto riguarda le classi prime della scuola primaria, della secondaria di I e II grado. Per le scuole dell’infanzia invece il metodo resta quello cartaceo.

Famiglie in difficoltà con l’iscrizione via internet

Anche quest’anno si profila un problema che si era presentato anche lo scorso, ovvero la procedura online di iscrizione a scuola, che ha messo scompiglio fra molti genitori. Lo scorso anno, infatti, 3 famiglie su 10, quindi, si sono rivolte alla scuola di provenienza, in cui il ragazzo frequentava l’ultimo anno di studi, o a quella prescelta per farsi aiutare a compilare la domanda, come ricorda Il Messaggero.

Infatti, in molti casi non si dispone ancora di connessione a internet o addirittura di pc o tablet per compilare la domanda, motivo per cui è prevedibile il piccolo esodo verso le segreterie delle scuole anche quest’anno.
E se il copione dovesse essere lo stesso, si riproporrà il solito divario Nord-Sud, con Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Veneto a fare la parte del leone per quanto riguarda l’iscrizione online, mentre il Sud con Campania, Calabria e Sicilia con soglie di adesione via internet del 40%.

ICOTEA_19_dentro articolo

Registrazione al portale dal 9 gennaio

Già a partire dalle 9.00 del 9 gennaio si potrà accedere alla fase di registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it. Chi ha un’identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l’identità. E proprio la fase della registrazione sembra essere fra le più ostiche per le famiglie, che possono “salvarsi” appunto se hanno già un’identità digitale, altrimenti saranno costretti a cavarsela da soli o a recarsi in segreteria.

Come scegliere la scuola

Gli strumenti per la scelta
Per effettuare l’iscrizione on line va innanzitutto individuata la scuola di interesse. Strumento utile in questo senso è il portale ‘Scuola in Chiaro’ che raccoglie i profili di tutte le scuole italiane e visualizza informazioni che vanno dall’organizzazione del curricolo, all’organizzazione oraria, agli esiti degli studenti e ai risultati a distanza (Università e mondo del lavoro).

Scuola dell’infanzia 
La domanda resta cartacea e va presentata alla scuola prescelta. Possono essere iscritti alle scuole dell’infanzia le bambine e i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 31 dicembre 2018, che hanno la precedenza. Possono poi essere iscritti le bambine e i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2019. Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla scuola dell’infanzia di bambini che compiono i tre anni di età successivamente al 30 aprile 2019.

Scuola primaria
Le iscrizioni si fanno on line. I genitori possono iscrivere alla prima classe della scuola primaria le bambine e i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2018. Si possono iscrivere anche i bambini che compiono sei anni dopo il 31 dicembre 2018 e comunque entro il 30 aprile 2019. Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla prima classe della primaria di bambine e bambini che compiono i sei anni successivamente al 30 aprile 2019. I genitori, al momento della compilazione delle domande di iscrizione on line, possono indicare, in subordine rispetto alla scuola che costituisce la loro prima scelta, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Il sistema di iscrizioni on line comunica di aver inoltrato la domanda di iscrizione verso le scuole indicate come seconda o terza opzione.

Secondaria di I grado
All’atto dell’iscrizione on line, i genitori esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che può essere di 30 oppure 36 ore, elevabili fino a 40 (tempo prolungato), in presenza di servizi e strutture idonee. In subordine alla scuola che costituisce la prima scelta, è possibile indicare fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Per l’iscrizione alle prime classi a indirizzo musicale, i genitori devono barrare l’apposita casella del modulo di domanda di iscrizione on line. Le istituzioni scolastiche organizzeranno la prova orientativo-attitudinale in tempi utili per consentire ai genitori, nel caso di carenza di posti disponibili, di presentare una nuova istanza di iscrizione, eventualmente anche a un’altra scuola.

Secondaria II grado
Nella domanda di iscrizione on line alla prima classe di una scuola secondaria di secondo grado statale, i genitori esprimono anche la scelta dell’indirizzo di studio. Oltre alla scuola di prima scelta è possibile indicare, in subordine, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento.

Iscrizioni alle prime classi dei percorsi quadriennali
A partire dall’anno scolastico 2018/2019 sarà possibile scegliere anche uno dei cento percorsi sperimentali, attivati in altrettante classi prime di Licei e Istituti tecnici, per la conclusione del percorso di studi in quattro anni. Le classi prime potranno essere attivate esclusivamente nelle scuole statali e paritarie i cui progetti di sperimentazione saranno approvati a conclusione della valutazione, in corso da parte del Ministero, delle candidature pervenute a seguito della pubblicazione di un apposito bando. È consentita l’attivazione di una sola classe prima per un solo indirizzo di studio fra quelli già presenti nell’offerta formativa della scuola.

Per quanto riguarda l’istruzione professionale, nel 2018/2019 partiranno i nuovi indirizzi previsti da uno dei decreti attuativi della legge 107 del 2015 (Buona Scuola). Il relativo regolamento sarà a breve sottoposto al vaglio della Conferenza Stato Regioni.

La circolare inerente le iscrizioni contiene informazioni dettagliate anche sulle iscrizioni di alunne e alunni con disabilità, con disturbi specifici di apprendimento e con cittadinanza non italiana. Con riferimento a questi ultimi, in particolare, si ricorda che anche per quelli sprovvisti di codice fiscale è consentito effettuare la domanda di iscrizione on line. Una funzione di sistema, infatti, consente la creazione di un cosiddetto “codice provvisorio” che, appena possibile, l’istituzione scolastica sostituisce con il codice fiscale definitivo.

LE ALTRE INFO UTILI SULLE ISCRIZIONI 2018/2019 ALLA PAGINA SUCCESSIVA

Preparazione concorso ordinario inglese