Home Didattica La didattica delle emozioni, un laboratorio pratico per la scuola primaria

La didattica delle emozioni, un laboratorio pratico per la scuola primaria

CONDIVIDI

Come fare didattica delle emozioni? Quanto contano le emozioni nell’apprendimento? La pluralità delle intelligenze è ormai patrimonio consolidato della didattica e della pedagogia, sin da quando Gardner ha teorizzato e sperimentato che le intelligenze usino processi psicologici propri e peculiari, che rimandano a ritmi e a modi diversi di apprendere, di organizzare i concetti, di costruire la realtà. (VAI AL CORSO)

Insomma ogni intelligenza (linguistica, musicale, logico-matematica, spaziale, corporeo-cinestetica…) opera seguendo propri percorsi.

Icotea

Dunque, la scuola deve farsi carico di lavorare su tutti i fronti, in modo inclusivo, per garantire il successo formativo dei suoi bambini e dei suoi ragazzi a prescindere dal tipo di intelligenza prevalente dell’alunno.

Lavorare sull’intelligenza emotiva

A partire da questa considerazioni, molti docenti, specie di scuola primaria ma non solo, sentono oggi l’esigenza di lavorare sull’intelligenza emotiva e di educare gli alunni alla gestione delle emozioni in tutto il loro spettro: gioia, tristezza, rabbia, stupore, disgusto, paura.

Queste le 6 emozioni di base. Come lavorare sulle emozioni in classe? Un laboratorio pratico è proposto dalla formatrice della Tecnica della Scuola Emanuela Amadio.

Il corso

Realizzare un diario fotografico delle emozioni è un laboratorio pratico dedicato alla creazione di un diario in cui raccogliere fotografie e racconti sulle emozioni di base. I partecipanti realizzeranno un diario fotografico dei sentimenti in tre semplici fasi: raccolta di aneddoti e pensieri sulle emozioni primarie, selezione delle immagini, rilegatura del fascicolo con ago e filo. Alla fine del corso ogni partecipante avrà tra le mani un diario fotografico autoprodotto, da usare come spunto per le attività didattiche da svolgere in presenza o a distanza.

Il laboratorio, particolarmente indicato per la scuola dell’infanzia e primaria, è utile anche per la scuola media.

Iscriviti al corso “Catturare le emozioni in un diario fotografico” di Emanuela Amadio, in programma dal 2 febbraio.