Home Personale La Ds manda sempre visite fiscali, ma poi si ammala per gli...

La Ds manda sempre visite fiscali, ma poi si ammala per gli Esami di Stato

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Vi raccontiamo del caso di una dirigente scolastica di un liceo della Calabria, molto fiscale con i propri docenti e molto indulgente con se stessa.

La Ds, ci riferiscono gli stessi docenti della sua scuola, ogni anno viene nominata Presidente di commissione per gli esami di Stato, ma puntualmente presenta certificato medico per non svolgere questa funzione.

ICOTEA_19_dentro articolo

Sempre a detta dei prof, anche quest’anno ha rinunciato a svolgere la funzione di Presidente di una commissione di esami di Stato in una scuola distante circa 50 chilometri dalla sua residenza e dalla scuola in cui, protempore, fa la dirigente scolastica.

Infatti la suddetta Ds, ogni anno verso la metà di giugno, presenterebbe un regolare certificato medico e si assenterebbe per 5 giorni.

Come prevede la legge, il Direttore Generale dell’USR Calabria provvede quindi ogni anno a sostituire la Ds nominando in seconda battuta un docente che svolga la funzione di Presidente di commissione al posto della sfortunata dirigente ammalata.

{loadposition carta-docente}

 

La Ds in questione – assucurano ancora i docenti del suo istituto – è anche molto attiva nell’Associazione Nazionale Presidi della Calabria e avrebbe anche manifestato a Roma il 25 maggio 2017, con tanto di maglietta e cappellino, “la rabbia dei Presidi”.

Alcuni suoi docenti riferiscono, infine, che si tratta di una Preside molto fiscale nelle assenze dei docenti, poco disponibile a concedere i congedi, molto dubbiosa e ironica con i certificati di malattia del personale della scuola che dirige.

“Eppure lei, puntualmente ogni anno a metà giugno, si mette in malattia per evitare di fare gli esami di Stato”, è il commento di uno di loro particolarmente infastidito.

La domanda è: quella della ds, in corrispondenza sempre degli esami di maturità, è una malattia vera o strategica? Nessuno può dirlo con certezza. Ma c’è chi alimenta sospetti: c’è addirittura chi dice di avere visto la stessa dirigente scolastica passare una piccola vacanza alle isole Eolie proprio nei giorni iniziali dell’esame di Stato.

Certo, siamo fermi alle indiscrezioni. Nulla di più. Ma il caso esiste. E ci piacerebbe sentire dall’ANP Calabria e anche da quella nazionale, a prescindere dalle appartenenze, se assentarsi serialmente, per non svolgere una funzione in commissione esami di Stato, è o no un comportamento lecito. Soprattutto se a farlo è un dirigente scolastico, che dovrebbe dare l’esempio istituzionale.

Anche il DG dell’USR Calabria avrebbe il dovere di monitorare e stigmatizzare certi comportamenti di taluni dirigenti scolastici, capaci di predicare bene e razzolare male.

 

{loadposition facebook}

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese