Home Alunni La maggioranza degli studenti vorrebbe l’esame di stato soltanto orale

La maggioranza degli studenti vorrebbe l’esame di stato soltanto orale

CONDIVIDI

Un altro sondaggio per capire le intenzioni dei candidati agli esami di Maturità è stato proposto dalla Rete della Conoscenza, i cui risultati sono stati diffusi dalle varie agenzie. E come c’era da immaginare l’88% degli studenti preferirebbe un esame finale solo orale invece che con le prove scritte comprese. 

Il campione testato comprende circa 7mila studenti in tutta Italia.

Icotea

Ma non solo, risulterebbe pure che l’84% vorrebbe la reintroduzione della tesina multidisciplinare, considerata dagli studenti come uno dei pochi momenti di elaborazione soggettivi, mentre per quanto riguarda i criteri di accesso, il 77% ritiene che i Pcto ( Percorsi per le Competenze Trasversali e per l’Orientamento), che rappresentano un’occasione in cui crescere, comprendere l’utilità del proprio curricolo, utilizzare quanto appreso ma apprendere anche altro, scegliere e agire responsabilmente, non dovrebbero essere criterio di accesso agli esami, insieme al 90% per i quali anche le prove Invalsi non debbano essere un criterio di accesso agli esami di Stato.

Inoltre il 55% degli studenti ritiene di essere indietro con il programma scolastico e 6 studenti su 10 affermano di aver avuto difficoltà con la didattica a distanza. 

Da qui la dichiarazione dei membri dell’esecutivo dell’Unione degli studenti, per i quali le statistiche “dimostrato ampiamente l’incidenza negativa di questi mesi di Didattica a distanza sulla salute (mentale soprattutto) degli studenti e delle studentesse, considerando inoltre l’attuale fase in cui i docenti in tutto il paese stanno utilizzando i momenti in presenza per inseguire valutazioni mancanti e programmi didattici arretrati piuttosto che garantire una fase di recupero”.

Tuttavia, se così appare e se queste sono le perplessità degli studenti, la proposta di allungare di qualche settimana l’anno scolastico si potrebbe rafforzare.