Home Archivio storico 1998-2013 Precari La precaria nel Pd stravince in Lombardia

La precaria nel Pd stravince in Lombardia

CONDIVIDI
  • Credion

Miriam Cominelli, precaria di 32 anni, bersaniana, nella regione Lombardia ha stravinto. Ha superato di lunghezza con 6.423 voti nella sua città il favorito Paolo Corsini, deputato e sindaco per due mandati, e nella regione Pippo Civati. 
Originaria di Nuvolera in provincia di Brescia, laureata in ingegneria, ha fatto l’Erasmus alla scuola superiore della Villette a Parigi, attualmente con incarico in uno studio di urbanistica a Brescia per 500 euro al mese.
“Spero di non essere stata votata solo perché sono giovane – dice al Corriere della Sera – ma anche per quello che ho saputo esprimere in queste settimane sui temi del lavoro e dell’ambiente”.
Con alle spalle un’esperienza di Erasmus a Parigi, Miriam è una precaria (come tantissimi suoi coetanei) e una neofita della politica, visto che non ha mai ricoperto prima alcuna carica pubblica.
“Sono laureata in Ingegneria, ho fatto uno stage alla scuola della Villette a Parigi e ora lavoro in uno studio di urbanistica della mia città. Attualmente guadagno 500 euro al mese. Il mio impegno è cominciato quando sono stata eletta rappresentante degli studenti in università e mi sono avvicinata ai Giovani democratici. Ho fatto campagna elettorale attraverso Facebook e con il passaparola tra amici; può darsi che la mia figura abbia funzionato proprio perché tanti giovani hanno visto in me una di loro. Ho ricevuto più di un messaggio di gente che mi diceva “Non ti conosco ma ti ho dato il voto”. È stata la soddisfazione maggiore”.