Home Attualità La scuola produce una montagna di rifiuti, ma nessuno viene a raccoglierla

La scuola produce una montagna di rifiuti, ma nessuno viene a raccoglierla

CONDIVIDI

La questione dello smaltimento di rifiuti è un problema che coinvolge molti comuni italiani che non riescono a fare un’adeguata raccolta differenziata e soprattutto hanno il problema della disponibilità delle discariche e del relativo smaltimento di ogni tipo di rifiuto. Il problema coinvolge anche le scuole, come sta capitando al Liceo scientifico Alessandro Volta di Reggio Calabria che, nel giorno del suo Open day per le iscrizioni 2020/2021 (18 gennaio 2020), si trova invasa dai rifiuti che la stessa scuola ha prodotto nelle giornate precedenti.

Premi “green” ma un’area del cortile è invasa dai rifiuti

Sull’home page del sito della scuola invasa dai rifiuti si ricorda che in occasione dell’XI edizione della “Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti”, lo Europe Direct del Comune di Reggio Calabria ha assegnato al Liceo Scientifico “A. Volta” il primo premio per il progetto “Green Game.
Gli studenti del Liceo Volta, da quanto si apprende da una nota pubblica, sarebbero risultati i più preparati sulle tematiche legate alla raccolta differenziata, alla tutela e al rispetto dell’ambiente, alla sostenibilità ambientale e dunque vincitori e meritevoli di un premio in denaro del valore di € 300,00 che verrà utilizzato per l’approfondimento dei temi ecologici.

La Dirigente scolastica del Liceo Volta di Reggio Calabria ha specificato pubblicamente che il suo liceo attua percorsi trasversali finalizzati al coinvolgimento delle giovani generazioni nella valorizzazione e nella tutela dei beni comuni attraverso la conoscenza, la consapevolezza e la capacità di azioni responsabili.

ICOTEA_19_dentro articolo

La beffa è quella di avere un’area del cortile invasa dai rifiuti nel giorno dell’Open Day, che, per un liceo che si impegna molto nell’ambito dell’ecologia e del rispetto ambientale, è un controsenso in termini. Probabilmente la Dirigente scolastica avrà chiamato il Comune di Reggio Calabria per fare portare via la montagna di rifiuti, ma dal Comune nessuno ha probabilmente risposto.