Home Archivio storico 1998-2013 Generico La scuola tagliata a “Presadiretta”

La scuola tagliata a “Presadiretta”

CONDIVIDI
  • Credion

Protagonista della seconda puntata di “Presadiretta” è la Scuola, afflitta dai suoi mali cronici, alle prese con le novità della riforma Gelmini.

 
Un racconto a più mani che restituisce la complessità del mondo della scuola a diverse latitudini: dalla molteplice realtà italiana al modello formativo svedese.
Il viaggio si aprirà con un’inchiesta di Domenico Iannacone sui precari della scuola.
Le telecamere si accenderanno sui pendolari che per raggiungere il posto di lavoro si spostano per l’Italia, per pochi euro, ad orari impossibili, su treni di discutibile efficienza. Il programma proseguirà con altri precari che, pur di non perdere il posto in graduatoria e rimanere disoccupati, finiscono nelle torbide maglie dei “diplomifici”.
Il servizio di Iannacone mostrerà, inoltre, un’altra incongruenza strutturale: edifici scolastici moderni e attrezzati, ma mai utilizzati per cavilli burocratici messi a confronto con fatiscenti aule scolastiche ricavate all’interno di condomini.
L’inviato Vincenzo Saccone consegnerà ai telespettatori la passione e le lotte di una “Preside coraggio” che si batte affinché i ragazzi di una periferia degradata campana possano, attraverso la scuola, riscattare la loro difficile condizione.
In questo microcosmo sfileranno bidelli rassegnati, insegnanti sconfitti, ragazzi demotivati, figli di storie drammatiche, e lei, la preside, che lotta contro tutto ciò.

Insieme a Riccardo Iacona, invece, si scopriranno realtà scolastiche positive: si partirà dalla Svezia dove in una scuola alla periferia di Stoccolma si investe con i migliori insegnanti e le migliori risorse proprio sulla formazione degli studenti stranieri, per tornare infine in Italia dove accompagnato da Sabrina Carreras, Iacona mostrerà il modello emiliano, in particolare quello di una scuola di Bologna, un esempio di eccellenza, che rischia però di essere messo in discussione dalla recente riforma Gelmini.

Icotea