Home Alunni “Fare i letti dei bimbi non è previsto dal contratto”. Il caso...

“Fare i letti dei bimbi non è previsto dal contratto”. Il caso (poi rientrato) della scuola dell’infanzia

CONDIVIDI

A Marano sul Panaro, in provincia di Modena, è scoppiato il caso del lettino. Sistemare i lettini per i bambini di un asilo all’ora del riposino pomeridiano è contemplato nel mansionario dei collaboratori scolastici? In realtà non è previsto dal contratto.

Il dirigente scolastico ha diramato una circolare in cui, informa che le attività pomeridiane del dormire non sono previste dai programmi ministeriali e che quindi l’attività di posizionamento e risistemazione all’inizio e alla fine della eventuale attività di rilassamento rientra nella programmazione individuale delle docenti.

Icotea

Comunicazione Norme Comportamentali

Dunque il personale ausiliario della scuola non è tenuto a spostare le brandine all’ora del riposino, perché ciò può comportare infortuni; se le maestre vogliono provvedere da sole, provvedano.

La polemica è divampata con genitori sul piede di guerra.

Caso risolto

Per fortuna il caso è subito rientrato: così come riportano diverse testate locali non esistono impedimenti alla sicurezza per far dormire i bambini nelle rispettive aule.

La gestione delle brandine per il riposo pomeridiano dei bambini della scuola materna di Marano sul Panaro è stata affidata, temporaneamente ai volontari dell’associazione Auser “La Grama” di Marano.

Tutto risolto dopo un confronto tra il sindaco di Marano Emilia Muratori e il direttore didattico Fabricio Lolli, nato per risolvere il problema dei bambini che da qualche giorno dormivano su tappetini o stuoie sul pavimento.