Home I lettori ci scrivono Lo ‘stipendio omnicomprensivo’ dei dirigenti scolastici

Lo ‘stipendio omnicomprensivo’ dei dirigenti scolastici

CONDIVIDI

Ci voleva un comico, Carlo Verdone a far rilevare che lo stipendio dei docenti e dei dirigenti scolastici è mortificante. Vi racconto a mò di barzelletta l’ultima sui dirigenti.

Ci hanno proposto di far parte del neocomitato di valutazione così come concepito dalla legge 107 che prevede insieme ai docenti e genitori e studenti un esperto esterno per individuare i criteri di valutazione dei docenti meritevoli.

Icotea

Quindi dovremmo presiedere il comitato di valutazione della nostra scuola e in più dovremmo far parte del comitato di valutazione di un’altra scuola, il tutto – si precisa- “senza oneri per lo Stato”!

Insomma lo stipendio del dirigente scolastico è talmente omnicomprensivo che non può ricevere nessun compenso in più. (ah, se ci fosse tanta moralità anche per i politici e gli altri amministratori pubblici, vivremmo in un mondo fantastico). Così niente compenso come presidente per gli esami di licenza media,più complessi di quelli di maturità; nei FESR sull’edilizia che abbiamo svolto per “aggiustare” le nostre scuole, il compenso-udite udite-è di 400 euro contro il compenso di un ingegnere o di un architetto di 40.000 euro.

Ma perché chi lavora nella scuola non può essere retribuito come un vero professionista? E perché noi dirigenti scolastici siamo i peggiori dirigenti statali pagati, nonostante tutte le responsabilità che ci assumiamo? Abbiamo avuto più scuole e studenti da amministrare e lo stipendio è rimasto lo stesso.Addirittura lo Stato a noi vincitori di concorso non ci ha riconosciuto l’anzianità di servizio che riconosce ai vecchi dirigenti divenuti tali ope legis.Su questo Renzi che cosa ha da dire? E i sindacati dei presidi dove sono?