Home Generale Mamme e pornostar

Mamme e pornostar

CONDIVIDI
  • GUERINI

La lettera di un genitore alla rubrica Italians del Corriere, mette in luce una realtà che in effetti ha una sua colorita verità: lo sfoggio di abiti e di comportamenti singolari di certe mamme proprio davanti alle scuole, in attesa che i bimbi escano.
E così l’attesa della campanella diventa l’occasione per i genitori di conoscersi l’uno con l’altro e dove si incontrano “tante ultratrentenni italiane, molte immigrate giovanissime, alcune “primipare attempate” alle soglie dei 50″.
Ma c’è pure, scrive il Corriere, in attesa davanti a una di queste scuole, “di solito una mamma giovanissima e bellissima, con due gambe da urlo. Veste minigonne e roba aderente in ogni stagione, tacco alto anche con neve, un incedere regale”.
“Capelli a mezza schiena, truccata da set, perfino all’alba del giorno della gita scolastica. Le altre mamme la chiamano affettuosamente “la Pornostar”. In estate, struccata, mostra un viso di una freschezza imbarazzante”.
Il problema tuttavia riguarda soprattutto i papà il cui numero disposto a prendere i figli a scuola pare stia aumentando in modo esponenziale. Sembra fra l’altro che la gran parte di costoro siano rasati di fresco e profumati di dopobarba cattivante e forte, sperando magari in un sorriso della donna e in seguito in qualcosa di più.
Ma come capita alle medaglie, c’è sempre un rovescio imbarazzante e ciò riguarda il marito della donna ” che non scende mai dalla sua astronave coi vetri azzurrati”. Ebbene “una anziana vicina, che viene a prendere i nipoti, lo ha visto: “Alain Delon giovane, ma più bello”.
E così, se i papà, o i nonni, alloccano la donna, molte mamme, o nonne anche attempate, sperano che arrivi l’astronave guidata dal marito piacente della piacente donna, per il piacere di sbirciarvi dentro e poi magari fare il paragone: sembra che in quei frangenti tanti sospiri si incrocino.