Home Alunni Maturità 2019, le indicazioni per gli studenti disabili

Maturità 2019, le indicazioni per gli studenti disabili

CONDIVIDI

Sul sito del Miur è disponibile l’ordinanza ministeriale relativa all’esame di stato.

A 100 giorni esatti dall’inizio della maturità viene pubblicata pertanto la consueta ordinanza, in largo anticipo rispetto al passato, per volere del Ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti.

Esame di Stato: indicazione per studenti disabili

L’ordinanza, all’articolo 2, comma 3, illustra infatti le indicazioni principali per quanto riguarda gli studenti con disabilità.

ICOTEA_19_dentro articolo

Prima di tutto bisogna ricordare che il consiglio di classe stabilisce la tipologia delle prove d’esame e se le stesse hanno valore equipollente all’interno del piano educativo individualizzato.

La commissione d’esame, sulla base della documentazione fornita dal consiglio di classe, relativa alle attività svolte, alle valutazioni effettuate e all’assistenza prevista per l’autonomia e la comunicazione, predispone una o più prove differenziate, in linea con gli interventi educativo-didattici attuati sulla base del piano educativo individualizzato e con le modalità di valutazione in esso previste.

La commissione, inoltre, potrà assegnare un tempo differenziato per l’effettuazione delle prove da parte del candidato con disabilità.

Queste prove di valore equipollente, determinano il rilascio del titolo di studio
conclusivo del secondo ciclo di istruzione.

Un punto molto importante è quello relativo al fatto che nel diploma finale che verrà consegnato allo studente, non viene fatta menzione dello svolgimento di prove differenziate.

Invece, per quanto riguarda le studentesse e agli studenti con disabilità per i quali
sono state predisposte dalla commissione prove non equipollenti a quelle ordinarie sulla base del piano educativo individualizzato o che non partecipano agli esami o che non sostengono una o più prove, viene rilasciato un attestato di credito formativo recante gli elementi informativi relativi all’indirizzo e alla durata del corso di studi seguito, alle discipline comprese nel piano di studi, con l’indicazione della durata oraria complessiva destinata a ciascuna delle valutazioni, anche parziali, ottenute in sede di esame.

Esame di Stato: le date da ricordare

La prima prova, Italiano, è messa in calendario per il 19 giugno, a partire dalle 8.30. il giorno dopo, giovedì 20 giugno, sempre alle 8.30, ci sarà la seconda prova, diversa per ciascun indirizzo di studi. L’ordinanza sull’esame di stato individua anche le date per le eventuali prove suppletive.

Tutto sulla maturità (clicca qui)

Le novità della maturità

LEGGI ANCHE

Maturità 2019, prove scritte ed orale: tutte le date
Maturità 2019, così cambierà l’orale. Arrivano le buste
Maturità 2019, seconda prova: un esempio di griglia di valutazione [PDF]
Maturità 2019, prima prova: un esempio di griglia di valutazione [PDF]
Maturità 2019, cambiano le prove, ma non i compensi alle commissioni
Maturità 2019, i divieti di nomina per presidenti e commissari
Maturità 2019, cambiano i criteri di nomina per presidenti e commissari
Maturità 2019, il nuovo esame spaventa i ragazzi: “Si può comprare il diploma con il bonus?”
Maturità 2019, scopri la seconda prova che ci sarà nella tua scuola
Maturità 2019, da febbraio al via le simulazioni delle prove scritte
Maturità 2019, latino e greco per la seconda prova del liceo classico
Maturità 2019, così cambia l’orale. Tutte le info
Maturità 2019, matematica e fisica per la seconda prova del liceo scientifico
Maturità 2019, il credito scolastico va indicato già a fine quadrimestre
Maturità, tutte le novità con la guida della Tecnica della Scuola [VIDEO]