Home Attualità Maturità 2019, i divieti di nomina per presidenti e commissari

Maturità 2019, i divieti di nomina per presidenti e commissari

CONDIVIDI

La commissione per l’esame di maturità è l’organo giuridico preposto allo svolgimento delle procedure di esame previsto al termine delle scuole superiori.

Obiettivo dell’esame è verificare le conoscenze e le competenze acquisite dai ragazzi nell’ultimo anno del corso di studi in relazione agli obiettivi generali e specifici propri di ciascun indirizzo, sulle basi culturali generali nonché delle loro capacità critiche.

La nuova maturità non avrà novità per quanto concerne la struttura della commissione, in quanto resteranno sempre tre insegnanti interni, tre gli esterni e uno il Presidente.

ICOTEA_19_dentro articolo

La novità riguarda invece i criteri di nomina e per i requisiti (art. 16 commi 4 e 5 del Decreto legislativo 13 aprile 2017 n. 62), in quanto i commissari e il presidente di commissione d’esame saranno nominati dall’USR sulla base di criteri determinati a livello nazionale con decreto del Ministro.

Preclusioni e divieti di nomina dei commissari e presidenti

Ecco lo schema di decreto recante criteri di nomina dei componenti delle commissioni dell’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione (art.16 D.lgs n. 62/2017).

In particolare, all’articolo 14 e 15, si specificano i criteri di preclusione e divieto per la nomina di presidenti e commissari.

Le novità con i video de La Tecnica della Scuola

Tutto sulla maturità (clicca qui)