Home Personale Messa a disposizione, servono i 24 Cfu? Cosa ne pensa il ministro...

Messa a disposizione, servono i 24 Cfu? Cosa ne pensa il ministro Bianchi

CONDIVIDI
  • Credion

Per la MAD, l‘istanza di Messa a Disposizione che l’aspirante supplente rivolge ai dirigenti scolastici delle scuole, non sono necessari i 24 CFU, ma comunque il possesso dei crediti avvantaggia il candidato in quanto normalmente viene data la precedenza ai docenti che ne sono in possesso.

Ricordiamo che ai fini dell’incarico di docenza mediante Mad non è necessaria neanche l’abilitazione, ma è pur vero che possedere i 24 Cfu o l’abilitazione o un titolo coerente con la classe di concorso per la quale ci si candida costituisce un punto a favore del candidato.

La condizione migliore resta quella di chi possieda un titolo valido più 24 CFU, in quanto il binomio titolo più CFU consente normativamente la regolarità della presa di servizio.

Il ministro Patrizio Bianchi

Peraltro, i famosi e tanto discussi 24 Cfu potrebbero andare incontro a una revisione normativa, se non addirittura alla cancellazione. Si tratta infatti di un modello formativo e professionalizzante che al ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi non piace. Di recente, infatti, in commissione parlamentare il Ministro ha dichiarato: abilitarsi grazie ai 24 Cfu? “non è assolutamente quello il modo,” non rappresentano il giusto modello formativo del diventare insegnante. “Cito i 24 Cfu solo perché li inserisco nel novero della storia,” risponde alla Senatrice Drago, dandole ragione circa l’inadeguatezza del percorso di formazione basato sui 24 crediti integrativi.

Domanda di Messa a disposizione

Su www.messa-a-disposizione.it trovi tutte le informazioni utili per redigere in maniera corretta e professionale la tua candidatura.

MAD Online® è l’unico servizio italiano che ti permette di provare gratuitamente quanto offre per 15 giorni e per generare fino a 10 candidature.

Se sarai soddisfatto della tua prova, potrai scegliere se abbonarti: con un investimento di poche decine di euro potrai inviare le tue domande in tutte le scuole d’Italia statali, oltre 10.000 paritarie e le scuole italiane all’estero per l’intero anno scolastico sia per il sostegno che per le tue classi di concorso e posti ATA.

Puoi contattare lo staff di Scuola Web Italia, la società che ha ideato la piattaforma, per avere assistenza tramite chat, telefono, e-mail e gruppo Facebook.

Iscriviti gratuitamente e senza impegno su www.messa-a-disposizione.it, la piattaforma più economica, sicura e trasparente, e candidati in tutte le scuole di tuo interesse: il servizio include anche ARGO MAD. Senza costi aggiuntivi, potrai raggiungere con un click tutte le scuole che hanno scelto di acquisire le domande con il sistema Argo.

Per risolvere il problema delle scuole che non accettano più le domande tramite posta elettronica, ma vogliono l’inserimento della mad in un proprio form, Scuola Web Italia, ha inoltre ideato e realizzato la piattaforma www.madformscuola.it. Un servizio innovativo che ti permetterà di risparmiare tantissimo tempo: con MAD Form Scuola infatti, un operatore provvederà ad inserire la tua candidatura sui vari moduli delle scuole. Richiedi gratuitamente e senza vincoli uno o più preventivi per ricoprire le zone di tuo interesse.

Con MAD Online® e MAD Form Scuola avrai la certezza di esserti candidato in tutte le scuole presenti nelle province che ti interessano. Cosa aspetti? Una scuola potrebbe essere alla tua ricerca!