Mobilità 2022, presentazione domande nelle prime due settimane di marzo

CONDIVIDI

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sulla Mobilità 2022.

DOMANDA n. 1

Icotea

Sono una docente neoassunta dal concorso straordinario 2020 in Lombardia per la classe di concorso A019, quando potrò fare domanda di trasferimento interprovinciale?

RISPOSTA

Nelle prossime ore verrà pubblicata l’Ordinanza Ministeriale per la mobilità 2022 del personale docente, Ata e educativo. In tale ordinanza saranno indicate le date di presentazione della domanda di mobilità per i docenti che dovrebbe essere da lunedì 28 febbraio alle ore 23:59 del 15 marzo 2022. In tale lasso temporale (se la bozza dell’OM non verrà modificata all’ultimo momento) potrà presentare domanda di mobilità interprovinciale inserendo, tra le preferenze, le province che desidera.

DOMANDA n. 2

Nel caso una docente sia soddisfatta in sede di trasferimento interprovinciale in una scuola della provincia X, differente da quella di attuale titolarità, esistono delle penalità contrattuali?

RISPOSTA

Purtroppo il docente soddisfatto nella mobilità, su qualsiasi preferenza, in provincia diversa da quella di titolarità, incorre nella penalità (salvo situazioni eccezionali, come ad esempio una soprannumerarietà sovraggiunta) del blocco triennale della mobilità.

DOMANDA n. 3

Cos’è il bonus aggiuntivo di 10 punti per i docenti? Vale anche per gli Ata?

RISPOSTA

Il bonus aggiuntivo di ben 10 punti, viene attribuito a quei docenti che per un triennio, a decorrere dalle operazioni di mobilità per l’anno scolastico 2000/2001 e fino all’anno scolastico 2007/2008, non abbiano presentato domanda di trasferimento provinciale o passaggio provinciale o, pur avendo presentato domanda, l’abbiano revocata nei termini previsti dalle ordinanze di mobilità di quegli anni. Tele bonus è una tantum, ovvero si utilizza una sola volta. Con le stesse modalità e caratteristiche fruisce di tale bonus aggiuntivo anche il personale Ata, ma per gli amministrativi, tecnici e ausiliari, spettano 40 punti.