Home Attualità Mobilità, la legge 107 ha valore retroattivo: alcune testimonianze

Mobilità, la legge 107 ha valore retroattivo: alcune testimonianze

CONDIVIDI

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del gruppo Facebook Vecchi docenti di ruolo con vecchie regole, in cui vengono raccolte alcune testimonianze sui docenti assunti con la legge 107 che però in fase di mobilità sono costretti a rispettare le regole prima della Buona Scuola.

Che sia una legge sbagliata e ingiustamente punitiva è fuor di dubbio. Ma c’è di più: forse non tutti sanno che la legge 107 (della cosiddetta “buona scuola”) ha anche valore retroattivo.

Anche un docente assunto in ruolo prima della 107, in caso di mobilità, finisce su ambito, con chiamata diretta e incarico triennale. Si passa così alla cancellazione dei diritti acquisiti (con buona pace di politici e legislatori – quasi tutti – che i loro diritti (privilegi) acquisiti si guardano bene dal toccare).

ICOTEA_19_dentro articolo

Da docenti assunti secondo le vecchie regole, ci si ritrova all’improvviso, proprio da un giorno all’altro, (e solo per aver chiesto il trasferimento o essere diventati soprannumerari) a dover effettuare una mobilità obbligatoria ogni 3 anni, dovendo inviare una richiesta (con curriculum) ai DS delle scuole dove si ha intenzione di lavorare, nella speranza di ricevere una proposta di incaico (triennale); altrimenti si viene assegnati d’ufficio, a prescindere dal punteggio e dall’anzianità di servizio. E questo per sempre. D’un sol colpo si perde definitivamente la titolarità di sede con cui si era stati assunti.

É una questione che intacca l’identità stessa del docente, la sua passione e le sue prospettive. Premesso che la 107 è sbagliata in toto, una cosa è essere assunti con determinate regole, anche se peggiori di quelle precedenti; altra cosa è cambiarle a chi era già assunto in ruolo prima della legge. É qualcosa che sa di ingiusto e immotivato declassamento. Una vera e propria regressione di carriera.

Qui di seguito alcune testimonianze di docenti ante 107, dopo le ultime due operazioni di mobilità.

  • Ho richiesto solo le cinque scuole. Non volevo finire nell’ambito.
  • Non ho fatto domanda di mobilità e a queste condizioni non penso di farla mai più, sperando di non trovarmi nelle condizioni di soprannumerario un’altra volta.
  • Ho chiesto trasferimento da Torino dal 2007 al 2010 ma niente sempre e solo 104 prima di me, io prima esclusa. Ho dovuto richiedere il passaggio all’infanzia nel 2011(dopo 10 anni di ruolo alla Primaria!)e son finita sulle isole,non a casa!!!!dopo 5 anni all’infanzia torno al mio vecchio amore(primaria)ma…la 107 mi fa rifare a.di prova e formazione ed il mio punteggio(ma anche la mia professionalità in standby)dimezzato. GRAZIEEEEE!!!!!!

 

  • In ruolo dal 2011. Dalla provincia di Lecce a Milano con al seguito mia figlia di sei anni. Ottengo assegnazione negli anni successivi a La Spezia grazie al ricongiungimento familiare. Chiesto sempre il trasferimento ma mai ottenuto fino allo scorso anno [persa titolarità]. Vengo trasferita nella mia regione ma a più di 100 km da casa e con un bimbo di un anno non posso permettermi di fare la pendolare. Sottolineo che negli anni in prov di Lecce sono sempre stata scavalcata dalle 104… e che lo scorso anno ho richiesto assegnazione per dare assistenza a mia madre con un tumore e mi è stata negata.

 

  • A tempo indeterminato dal 2013 a Lecco su posto comune nella scuola primaria. Ho chiesto sia per il 2016/17 che per il 2017/18 di essere trasferita in Sicilia, ma niente. Sono a Lecco dal 2003 (14 anni).

 

  • In ruolo dal 2014 in provincia di Rieti (dopo 13 anni di precariato nella provincia di Ve), rientro in regione Campania ma non nella mia provincia. Trasferimento non ottenuto nella provincia di Caserta

 

  • Ruolo alla primaria dal 2011 a Mantova dopo 7 di precariato, pur di avvicinarmi alla mia famiglia ho richiesto tutta la Sicilia, sono della provincia di Palermo, ho ottenuto il trasferimento su ambito ho perso quindi la titolarità e comunque sono fuori dalla mia provincia ……A 300km circa ……Almeno torno a casa da mia figlia ogni weekend ……Delusissima dopo tutti questi anni.

 

  • In ruolo dal 2012 nella provincia di Como ( ma già lì…sin dai miei inizi nel 2002 ).
    Prima ho subito il blocco dei tre anni ( che i nuovi non sanno cosa è) poi ho chiesto trasferimento a Ragusa nell’anno 2016/17 per la residenza coniuge e nel 2017/ 18 ho provato a Catania per coniuge militare.
    Mai ottenuto nulla…..nemmeno assegnazione provvisoria quando avevo i figli piccoli dal ruolo in poi

 

  • Ruolo dal 2008, superata dai docenti di fase c l’anno scorso.

 

  • In ruolo da 3 anni a Bergamo su sostegno alle superiori, anche se ormai da 10 anni lì. Chiesto trasferimento per la prima volta quest’anno per la provincia di Benevento su 5 scuole e 2 ambiti ma non ottenuto.

 

  • Di ruolo dal 2007 nella scuola primaria. Nel 2010 ho ottenuto passaggio sull’infanzia a Catania. Faccio 400km di strada ogni giorno, ma ogni anno vengo superata dalle 104. Secondo voi, di quale provincia sono?

 

  • Io sono stata immobilizzata nella mia stessa provincia a 60km da casa per circa 20 anni e a 100 km con cattedra spezzata a 60 km per altri 5 anni. Combattendo contro l’ottusità di un coniuge cieco e sordo di tutto quello che stava succedendo nella scuola, il primo anno della 107 2016/2017, chiedo una sede fuori regione , riesco ad ottenerla ma intervengono problemi famigliari e sono costretta a chiedere un ulteriore trasferimento per il 2017/2018 Quest’anno elenco le 5 scuole, studiando bene dove esistevano grandi spezzoni che formavano cattedra nel precedente organico di fatto, chiedo anche cattedra oraria esterna, per avere la sicurezza del trasferimento, in coda metto l’ambito dove erano presenti le scuole scelte e un altro ambito viciniore ma non molto, sono finita in quest’ultimo ambito e credo le scuole scelte da me formeranno cattedra per assunzioni in ruolo! Io ho perso la titolarità! Ho chiesto spiegazione in provveditorato e mi è stato risposto che il computer aveva formato le cattedre ma sono state tagliate manualmente, aggiungo non si sa per quali oscuri motivi! Come finiremo? Certo che, finché me lo consentiranno, non potró più assicurare la continuità come ho fatto in passato (sono stata 10 anni e successivamente 20 anni ferma in una stessa scuola) sempre viaggiando, ma adesso ho quasi 57 anni devo pensare alla mia salute. grazie per avermi dato modo di far conoscere la mia storia e potrei raccontare tante altre cose!

 

  • Insegnante di ruolo dal 2005. Niente trasferimento. Ho chiesto solo 5 scuole per non finire in ambito

 

  • Di ruolo dal 2012, al nord dal 2011, scuola media. Passaggio superiori 2015 con 2^anno di prova (che non dovevamo svolgere, la 107 è “arrivata” mesi dopo quindi retroattiva) e per cui ancora aspettiamo sentenza TAR. Niente trasferimento.

 

  • Abilitato siss per liceo, vinco il concorso 2012 ed entro in ruolo su scuola media per mancanza di posto e li rimango tappabuchi. Vani i tentativi di passaggio di ruolo. Tutti i colleghi che erano dietro nella Gae e perdenti il concorso appartenenti alla beneficiata fase C, ora sono tutti al liceo e in zona. Dove é la meritocrazia se il mio unico torto é stato quello di vincere il Concorso ordinario?

CONDIVIDI