Mobilità, utilizzazioni e assegnazioni provvisorie: info utili

CONDIVIDI

Eccoci all’appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori su mobilità, utilizzazioni e assegnazioni provvisorie.

DOMANDA n. 1

Icotea

Se dovessi decidere di non fare la domanda di mobilità, potrò poi fare la domanda di assegnazione provvisoria nella provincia dove vivono i miei genitori?

RISPOSTA

Chi non si trova in condizioni di vincolo e dovesse decidere di non fare la domanda di mobilità 2022-2023, potrà decidere di fare domanda di assegnazione provvisoria verso la provincia in cui risiedono i genitori. Ricordiamo che l’essere soddisfatto nella domanda di assegnazione provvisoria interrompe la continuità del servizio e fa perdere il punteggio di continuità.

DOMANDA n. 2

Mi trovo nel comune A della provincia X e vorrei fare domanda di mobilità nel comune B della stessa provincia, potrò fare in caso di successo del trasferimento, utilizzazione sul sostegno?

RISPOSTA

Se facendo domanda di mobilità a livello provinciale, si verrà soddisfatti in II fase su una preferenza sintetica (comune o distretto), nulla osta di avere anche l’opportunità, dopo avere ottenuto trasferimento, di chiedere l’utilizzazione sul sostegno per l’anno scolastico 2022-2023

DOMANDA n. 3

Nella domanda di mobilità come faccio a dare precedenza al passaggio di cattedra rispetto al trasferimento sulla classe di concorso di titolarità?

RISPOSTA

Per fare sia domanda di mobilità territoriale che di passaggio di cattedra su altra classe di concorso, bisogna presentare due istanze differenti. Nell’istanza riferita al passaggio di cattedra bisogna specificare la classe di concorso dello stesso grado di Istruzione di titolarità in cui si vuole passare (possono essere più classi di concorso, se si hanno più abilitazioni o un’abilitazione che raggruppa più insegnamenti), in tale istanza si può dichiarare l’opzione di dare precedenza al passaggio rispetto alla domanda di trasferimento o viceversa. Se tale opzione di precedenza non viene selezionata, prevale l’istanza di passaggio di cattedra.