Home Attualità Nuovo DPCM: spostamenti consentiti per motivi di lavoro, studio, salute e necessità

Nuovo DPCM: spostamenti consentiti per motivi di lavoro, studio, salute e necessità

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Tra le misure previste a livello nazionale dal nuovo DPCM e annunciate stamattina dal Premier Conte ci sarà anche una limitazione agli spostamenti da e verso regioni che presentano elevati coefficienti di rischio.

L’Italia, infatti, sarà suddivisa in tre aree in base ai livelli di rischio contagio riscontrati e le singole Regioni verranno inserite in un’area tramite apposita ordinanza del Ministro della Salute.

Secondo quanto dichiarato da Conte dunque non sarà possibile entrare in una Regione a rischio contagio elevato e allo stesso modo da quella regione non si potrà uscire.

ICOTEA_19_dentro articolo

Quando invece è possibile spostarsi

Sono però previste delle deroghe: infatti, i movimenti da e verso quella Regione saranno consentiti per comprovate esigenze lavorative, motivi di studio o salute, situazioni di necessità.

Per dimostrare le “comprovate esigenze” sarà necessaria un’autodichiarazione.

Il modello attualmente utilizzato è quello disponibile sul sito del Ministero dell’Interno (ma potrebbe dover essere aggiornato alle nuove norme).

MODELLO AUTODICHIARAZIONE

Deroghe al “coprifuoco”

Sempre a livello nazionale, un’altra misura di contenimento sarà disporre anche limiti alla circolazione delle persone nella fascia serale più tarda, salvo anche in questo caso che nelle medesime situazioni delle comprovate esigenze lavorative, motivi di studio o salute, situazioni di necessità.

Preparazione concorso ordinario inglese