Home Personale Obbligo vaccinale, sanzione di 100 euro potrebbe anche essere ridotta

Obbligo vaccinale, sanzione di 100 euro potrebbe anche essere ridotta

CONDIVIDI
  • Credion

La sanzione di 100 euro per i non vaccinati ultra cinquantenni e delle categorie obbligate (tra cui anche il personale scolastico) potrebbe anche essere applicata in misura ridotta.

Lo si legge nel Dossier della Camera che accompagna la discussione in Parlamento sul Decreto Legge 1/2022 in vista della conversione in legge.

Icotea

Nel documento infatti è riportato che “la norma in oggetto non esclude esplicitamente l’applicabilità della disciplina sul pagamento in misura ridotta, di cui all’articolo 16 della L. 24 novembre 1981, n. 689, e successive modificazioni, mentre una deroga alla disciplina di quest’ultima legge è operata – nel successivo comma 6 del presente capoverso articolo 4-sexies – riguardo alle procedure di irrogazione della sanzione”.

In proposito, il suddetto articolo 16 consente “il pagamento di una somma in misura ridotta pari alla terza parte del massimo della sanzione prevista per la violazione commessa, o, se più favorevole e qualora sia stabilito il minimo della sanzione edittale, pari al doppio del relativo importo oltre alle spese del procedimento, entro il termine di sessanta giorni dalla contestazione immediata o, se questa non vi è stata, dalla notificazione degli estremi della violazione“.

Secondo un certo indirizzo interpretativo, seguito anche dalla Corte di Cassazione – leggiamo nel Dossier – tale possibilità di pagamento in misura ridotta troverebbe applicazione anche per le sanzioni aventi un importo fisso (anziché un minimo ed un massimo).

Sulla base di queste considerazioni, il documento della Camera conclude con la richiesta di valutare “l’opportunità di chiarire tale profilo”.