Home Personale Organici, in Friuli Venezia Giulia incrementi per sostegno e Ata

Organici, in Friuli Venezia Giulia incrementi per sostegno e Ata

CONDIVIDI

Rispetto al 2014, da settembre le scuole del Friuli Venezia Giulia potranno contare su 60 insegnanti di sostegno e, probabilmente, su più Ata.

Inoltre, sempre in Friuli Venezia Giulia sono stati assegnati complessivamente 825 immissioni in ruolo.

Icotea

I dati sono stati resi pubblici dalla presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che l’11 agosto ha incontrato a Udine a il direttore dell’Ufficio scolastico regionale, Pietro Biasiol, assieme al quale è stato fatto il punto sulla situazione del personale Ata e docente negli istituti della regione.
Nel corso del colloquio, seguìto alla riunione avvenuta con i sindacati di categoria che avevano manifestato preoccupazioni per il regolare funzionamento delle scuole regionali, Biasiol ha informato Serracchiani che “è stata già presentata al ministero dell’Istruzione la richiesta di incremento dei posti di organico per l’adeguamento alla situazione di fatto del personale Ata per l’anno scolastico 2015-16”.

 

{loadposition eb-pof}

L’incontro si è reso necessario dopo che, il giorno prima, i sindacati Cgil, Cisl, Uil, Snals e Gilda, hanno riportato a Serracchiani una carenza di organico rispetto al personale Ata e a quello docente, denunciando il rischio strutturale di non essere in grado di garantire il regolare funzionamento delle scuole regionali alla prevista riapertura di settembre. Cgil e Cisl hanno inoltre consegnato una lettera a Serracchiani, lamentando anche una non soddisfacente distribuzione degli insegnanti sul territorio.

La presidente della Regione ha anche fatto il punto sulle prossime assunzioni, previste a seguito dell’approvazione della Legge 107/15. “A causa delle nostre graduatorie corte riusciremo a coprire circa 600 posti – ha spiegato la presidente – e per coprire i restanti posti si potrà ricorrere alla mobilità tra le province o sarà necessario attingere fuori regione”.

Chiosa della Serracchiani: “da un’attenta verifica risulta che la situazione dei docenti è ancora sostanzialmente sotto controllo”.

In base a quanto dichiarato nei giorni scorsi, la Presidente del Friuli Venezia Giulia dovrebbe incontrare anche con il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone.

 

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola