Home Archivio storico 1998-2013 Generico Originale” pesce d’aprile”. Recapitate alla stampa lettere con francobolli inventati sui referendum...

Originale” pesce d’aprile”. Recapitate alla stampa lettere con francobolli inventati sui referendum acqua e nucleare

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Agli organi di stampa, cui sono state indirizzate le lettere, anche una missiva di cui riportiamo il testo pubblicato su “VaccariNews” dove si legge:  “Se state leggendo questa lettera – spiega il messaggio contenuto – significa che il nostro pesce d’aprile ha avuto successo. Per protestare contro il silenzio mediatico calato sui referendum e il mancato accorpamento degli stessi con le elezioni amministrative ci siamo dovuti inventare questo stratagemma. Abbiamo «emesso» due francobolli… per pubblicizzare il «sì» ai referendum sull’acqua e sul nucleare. Uno lo troverete incollato sulla busta ed è servito per farvi pervenire questa protesta”.

“Ci dispiace -prosegue lo scritto- aver utilizzato le Poste italiane come mezzo per veicolare la nostra missiva, ma crediamo che anche loro abbiano accettato con garbo il nostro pesce d’aprile. Convinti di avervi strappato un sorriso, siamo certi che premierete la nostra caparbietà e creatività dandone notizia sui vostri organi d’informazione, ribadendo due concetti: 1. il popolo italiano ha il diritto di ricevere una corretta e completa informazione sui quesiti referendari, diffidando di coloro che ancora una volta invitano ad «andare al mare»; 2. non abbiamo ancora perso la speranza che vi sia l’accorpamento tra referendum e amministrative, non soltanto per una maggiore partecipazione democratica al voto, ma soprattutto per un risparmio economico per tutti i cittadini italiani”.
La comunicazione si completa con un suggerimento: conservare la busta affrancata, perché non si sa mai, potrebbe avere un futuro!

Dal Box “Approfondimenti” è possibile visionare i francobolli vidimati dalle Poste Italiane Spa.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese