Home Attualità Papa Francesco ai giovani: vogliono fare di voi soggetti manipolabili realizzati in...

Papa Francesco ai giovani: vogliono fare di voi soggetti manipolabili realizzati in serie, ribellatevi

CONDIVIDI
  • Credion

“Continuate a far scoprire ai più giovani il bagaglio culturale della società in cui vivono”: a dirlo è stato Papa Francesco, nell’ultima giornata della sua visita in Thailandia, durante un incontro interreligioso a Bangkok.

La tendenza ad ‘omogeneizzare’ i giovani

Il pontefice si è soffermato sull’importanza di far scoprire ai giovani i valori e la cultura della loro gente.

Icotea

“Con la tendenza crescente a screditare i valori e le culture locali, per imposizione di un modello unico, assistiamo a una tendenza ad ‘omogeneizzare’ i giovani, a dissolvere le differenze proprie del loro luogo di origine, a trasformarli in soggetti manipolabili fatti in serie”, ha detto il Papa.

Nel grande ed elegante teatro dell’università le divise dei ragazzi si sono mescolate con i veli delle giovani musulmane – scrive l’Ansa -, i monili tradizionali thailandesi con le collanine con crocifisso delle studentesse cristiane.

Non abbiate paura

Sognare dunque il futuro, “senza avere paura”, ha ripetuto più volte il Papa, ma con l’attenzione sempre alle proprie radici.

“Senza questo forte senso di radicamento, possiamo restare sconcertati dalle ‘voci’ di questo mondo, che si contendono la nostra attenzione. Molte di quelle – ha messo in guardia il Papa – sono allettanti, proposte ben ‘truccate’, che all’inizio sembrano belle e intense, ma con il tempo finiscono per lasciare solo vuoto, stanchezza, solitudine e svogliatezza e vanno spegnendo quella scintilla di vita che il Signore ha acceso un giorno in ognuno di noi”.

La piaga degli abusi e dello sfruttamento

Il Santo Padre, in procinto di partire per il Giappone, è tornato anche sulla piaga degli abusi e dello sfruttamento: “Desidero sostenere e incoraggiare tanti di voi che, quotidianamente, spendono la propria vita servendo Gesù nei fratelli” e “a tanti di voi che riescono a vedere la bellezza dove altri solo vedono disprezzo, abbandono o un oggetto sessuale da sfruttare. Così, voi siete segno concreto della misericordia viva e operante del Signore”.

Una università con uno spirito interreligioso? “Ma qui ogni scuola è così”, ha spiegato Nattaporn Ohe Santhanawit, una delle giovani volontarie per questa visita del Papa.

E sull’arrivo di Francesco a Bangkok racconta che su Facebook anche i suoi amici buddisti stanno postando “frasi entusiaste”.