Home Attualità Patrizio Bianchi, nuovo Ministro dell’Istruzione, cosa potrà fare?

Patrizio Bianchi, nuovo Ministro dell’Istruzione, cosa potrà fare? [RIVEDI LA DIRETTA]

CONDIVIDI

Patrizio Bianchi è il nuovo Ministro dell’Istruzione. Succede a Lucia Azzolina in uno degli anni più difficili della scuola. Nella diretta della Tecnica della Scuola Live spieghiamo chi è il Ministro e cosa potrà fare nel suo mandato.

RIVEDI LA DIRETTA

ISCRIVITI al nostro canale Youtube

METTI MI PIACE alla nostra pagina Facebook

“Nello Specchio della scuola”, edito da Il Mulino,  lo scritto di Bianchi, si parte da alcune domande precise: quanto incide la scuola su crescita ed economia?  E perché l’Italia è il Paese d’Europa con i più bassi livelli di istruzione, i più alti tassi di dispersione scolastica e il più alto numero di NEET?

Icotea

Ma non solo: perché è cresciuta  meno negli ultimi venti anni e si è presentata all’appuntamento con la pandemia con un tasso di crescita annuale dello 0,3 per cento su base nazionale?

 “Non possiamo accontentarci di tornare alla situazione precedente, ma diviene ormai indifferibile avviare una vera fase costituente per la scuola, per aprire una nuova stagione in cui la scuola torni a essere, o meglio divenga, il motore di una crescita di un paese che da troppo tempo è bloccato”.

È tempo di investire in educazione, non solo per superare l’emergenza Covid, ma per guardare oltre, per ritrovare quel cammino di sviluppo che sembra essersi perduto nei lunghi anni in cui hanno prevalso individualismo e populismo e che deve fondarsi sui valori definiti nella nostra Costituzione. Il nuovo secolo della connessione continua ha bisogno di cittadini portatori, oltre che di contenuti, di creatività, lavoro di squadra, capacità di astrazione e di sperimentazione, senso di orientamento per poter navigare in mari aperti. La scuola deve rispondere a queste esigenze e muoversi, insieme al Paese, nel senso di marcia di uno sviluppo inclusivo e sostenibile.

Patrizio Bianchi è professore ordinario di Economia applicata e titolare della Cattedra Unesco in Educazione, crescita ed eguaglianza presso l’Università di Ferrara, dove è stato Rettore fino al 2010.

Ha guidato l’assessorato della regione Emilia-Romagna all’Istruzione, Università e Lavoro per due mandati, con i governatori Vasco Errani e Stefano Bonaccini. Durante quel periodo ha gestito la ricostruzione delle scuole colpite dal sisma in Emilia nel maggio 2012. Ma il suo incarico più importante l’ha avuto nel 2020 quando è stato chiamato da Lucia Azzolina a coordinare il Comitato degli esperti presso il Ministero dell’Istruzione.

Con il Mulino ha pubblicato numerosi volumi, tra cui «Il cammino e le orme. Industria e politica alle origini dell’Italia contemporanea» (2017) e «4.0. La nuova rivoluzione industriale» (2018).

Questo il webinar tenuto l’11 febbraio dal prof. Patrizio Bianchi, neo ministro dell’Istruzione, ed organizzato da AEEE-Italia (Associazione Europea per l’Educazione Economica).