Home Personale Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, ecco le linee guida

Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, ecco le linee guida

CONDIVIDI

La legge 30 dicembre 2018, n. 145 (legge di Bilancio 2019) ha disposto la ridenominazione dei percorsi di alternanza scuola lavoro di cui al decreto legislativo 15 aprile 2005, n. 77, in “percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento” (PCTO) e, a decorrere dall’anno scolastico 2018/2019, sono attuati per una durata complessiva rideterminata in ragione dell’ordine di studi (licei, istituti tecnici e istituti professionali) nell’arco del triennio finale dei percorsi:

  • non inferiore a 210 ore nel triennio terminale del percorso di studi degli istituti professionali;
  • non inferiore a 150 ore nel secondo biennio e nell’ultimo anno del percorso di studi degli istituti tecnici;
  • non inferiore a 90 ore nel secondo biennio e nel quinto anno dei licei.

L’articolo 1, comma 785, della stessa legge dispongono l’adozione di apposite Linee guida, che sono state trasmesse dal Miur con D.M. 774 del 4 settembre 2019.

Le linee guida affrontano nel dettaglio i seguenti aspetti:

ICOTEA_19_dentro articolo
  1. L’evoluzione degli orientamenti europei
  2. La dimensione orientativa dei percorsi
  3. Le competenze trasversali come traguardo formativo dei percorsi
  4. L’attuazione dei percorsi
    5. La partecipazione, i diritti e i doveri degli studenti impegnati nei percorsi
    6. Le misure di tutela della salute e sicurezza degli studenti frequentanti i percorsi
    7. Gli aspetti assicurativi
    8. I percorsi e l’esame di Stato
    9. Le risorse finanziarie assegnate alle scuole.

Al documento è inoltre allegata un’appendice con:

  • A) L’evoluzione del quadro normativo nazionale;
  • B) L’Impresa Formativa Simulata e l’Impresa in Azione
  • C) Il Service Learning;
  • D) Il Sillabo per l’educazione all’imprenditorialità;
  • E) Modello di Convenzione;
  • F) Modello di Patto formativo.
  • G) Scheda per la valutazione dell’esperienza da parte degli studenti