Home Personale Posizioni economiche ATA: sì, ma non per tutti

Posizioni economiche ATA: sì, ma non per tutti

CONDIVIDI

Come abbiamo avuto modo di comunicare a metà settembre, a seguito della sequenza contrattuale all’Aran del 7 agosto 2014, nel mese di ottobre è previsto il pagamento delle posizioni economiche per il personale Ata, con prima o seconda posizione economica acquisita a decorrere dal 1° settembre 2011 e successive annualità, al quale è stato riconosciuto un emolumento una tantum a carattere stipendiale per il periodo 01/09/2011-31/08/2014.

A tale proposito la Flc Cgil segnala che i pagamenti stanno avvenendo “a singhiozzo”. Infatti, “le posizioni economiche, alle quali è stato ripristinato il pagamento del beneficio economico sul cedolino di ottobre (con dicitura “una tantum ATA CCNL 2014”), sono però solo quelle sospese da febbraio 2014”.

Icotea

Sono rimaste invece escluse dall’emissione quelle posizioni che non hanno mai avuto alcun pagamento da parte delle RTS, perché gli U.s.r. non hanno trasmesso gli elenchi con i nominativi al Miur per il blocco imposto dal Mef. Queste ultime saranno, dunque, liquidate separatamente, non appena il Ministero avrà ricevuto dai propri uffici territoriali gli elenchi con i suddetti nominativi, da trasmettere al Mef per il pagamento. 

Una procedura che si augura il sindacato, sollecitando a tal fine il Miur, non tardi a mettersi in moto, per garantire in tempi il più possibile brevi ciò che al personale interessato spetta di diritto per le attività regolarmente svolte negli ultimi tre anni.