Home Archivio storico 1998-2013 Generico Predisposizione del programma annuale e.f. 2013

Predisposizione del programma annuale e.f. 2013

CONDIVIDI
  • Credion
Come di consueto, il Miur ha trasmesso ad ogni istituzione scolastica con una mail massiva la nota prot. n. 8110 del 17 dicembre 2012 relativa al Programma Annuale 2013.
La risorsa finanziaria che sarà erogata alle scuole comprende, tra gli altri, anche:
1. i contratti “Ex LSU” – solo per le scuole con organico accantonato di collaboratori scolastici e contratti di servizio con ditte impieganti personale già ex LSU
2. i contratti “Ex Appalti Storici” – solo per le scuole con organico accantonato di collaboratori scolastici e contratti di servizio con ditte non impieganti personale già ex LSU
3.  i contratti di co.co.co. – solo per le scuole dove prestano servizio soggetti con contratti di co.co.co ai sensi del D.M. n. 66/2001.
Per quanto riguarda in particolare le supplenze brevi e saltuarie e la gestione tramite cedolino unico, il Miur indica che tutte le liquidazioni comunicate dalle scuole a NoiPA dovranno essere al netto delle trattenute da operare per eventuali giorni di assenza o sciopero. Si dovrà liquidare anche il rateo di tredicesima maturato nel mese. Comunque, come precisato con successiva comunicazione del 19 dicembre, ulteriori indicazioni operative sul pagamento delle supplenze brevi e saltuarie sono in corso di predisposizione per l’invio in tempo utile per le operazioni connesse.
La nota contiene anche un chiarimento sugli accertamenti medico-legali: l’articolo 14 comma 27 del decreto legge 95/2012 dispone che a decorrere dal 7 luglio 2012 il Ministero provvede direttamente al rimborso forfetario alle Regioni delle spese sostenute per gli accertamenti medico-legali a favore del personale scolastico ed educativo.
Per tale ragione, le scuole non dovranno effettuare alcun adempimento nel corso del 2013 per il pagamento delle visite fiscali, né dovranno iscrivere in bilancio previsioni di entrata e di spesa al riguardo.
Eventuali fatture relative accertamenti disposti successivamente al 7 luglio 2012 non dovranno essere pagate, previa comunicazione al riguardo agli enti che le avessero emesse.