Home Personale Prof gratis nei musei: tra pochi giorni si potrà. E per tutto...

Prof gratis nei musei: tra pochi giorni si potrà. E per tutto il 2014

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Sarebbe in dirittura d’arrivo il decreto interministeriale per permettere ai docenti italiani, di ruolo e precari, di accedere gratuitamente nei musei. La notizia è stata diffusa dall’agenzia di stampa Ansa, dopo che nella stessa giornata la Uil Scuola aveva denunciato che il provvedimento, attuativo della Legge n. 128 dell’8 novembre scorso (il cosiddetto ‘Decreto Istruzione’) avrebbe dovuto essere pronto 9 giorni fa. La norma prevedeva l’accesso gratuito del personale della scuola ai musei statali. Ma anche ai siti di interesse archeologico, storico e culturale. E sarebbe dovuta essere valida per tutto il 2014, grazie ad uno stanziamento di 10 milioni di euro.
Ma per dare concreta applicazione a questo provvedimento rimane necessaria l’approvazione di un decreto attuativo interministeriale, controfirmato da Miur e Beni culturali. Decreto che avrebbe dovuto essere emanato entro 60 giorni, quindi l’11 gennaio scorso.
“E’ già passata più di una settimana e di quel provvedimento – ha scritto il 20 gennaio il sindacato guidato da Massimo Di Menna – non c’è traccia. Risultato, gli insegnanti continuano a pagare l’entrata ai musei”. L’organizzazione sindacale ha anche deciso che sul proprio sito internet comparirà la segnalazione dei giorni di ritardo del decreto attuativo per l’ingresso gratuito ai musei del personale della scuola. Ogni settimana il calendario sarà aggiornato. E sempre sullo stesso sito on line comparirà la scheda con il cronoprogramma dei provvedimenti attuativi previsti dalla legge.
La decisione sembra che abbia portato già i primi frutti in poche ore: da ambienti vicini al ministero dei Beni culturali e turismo, fanno sapere che il decreto attuativo per far accedere i prof gratis nei musei è praticamente pronto: è stato già acquisito il concerto del Miur e la pubblicazione è prevista nei prossimi giorni. Comunque in ritardo rispetto a quanto stabilito per legge.
Preparazione concorso ordinario inglese