Home Valutazioni Prove Invalsi, le scuole devono inserire i dati di contesto entro il...

Prove Invalsi, le scuole devono inserire i dati di contesto entro il 24 aprile

CONDIVIDI
  • Credion

In vista delle prossime prove INVALSI, che prenderanno il via il 3 maggio con le prove di Italiano nelle classi II e V della primaria, le scuole devono procedere all’inoltro delle cosiddette informazioni di contesto.

I dati richiesti dall’INVALSI sono:

Icotea

Entro il 24 aprile le istituzioni scolastiche dovranno procedere alla comunicazione dei dati, tramite l’inserimento e la convalida degli stessi su un apposito modulo online nell’Area riservata del sito INVALSI, accedendo con il ruolo di Segreteria scolastica.

 

{loadposition carta-docente}

 

In particolare, dovranno procedere all’aggiornamento dei dati di contesto già immessi e all’inserimento del voto di Italiano e Matematica del primo periodo di valutazione (trimestre, quadrimestre, ecc.) le scuole secondarie di secondo grado di tutte le regioni, delle provincia autonoma di Bolzano lingua tedesca, italiana e ladina e le scuole italiane all’estero, oltre alle scuole secondarie di secondo grado e IeFP della provincia autonoma di Trento.

Invece si tratta di un primo inserimento per le scuole primarie e secondarie di primo grado.

 

{loadposition facebook}