Home Archivio storico 1998-2013 Generico Pubblicata l’ordinanza del Mae per la destinazione alle scuole italiane all’estero

Pubblicata l’ordinanza del Mae per la destinazione alle scuole italiane all’estero

CONDIVIDI
  • Credion
Di seuito riportiamo, in pillole, i punti salienti dell’Ordinanaza del Mae che ha, al suo interno, l’allegato A, il Modello 1 e il Modello 2, rispettivamente Titoli di accesso, Domanda di inclusione e Domanda di aggiornamento.

Quando saranno pubblicati i risultati?

Come è noto, dal 15 al 22 dicembre 2006 si sono svolte a Roma le prove di selezione per l’accertamento delle lingue inglese, francese, tedesca e spagnola come previsto dal D.I. n. 4747 del 28/07/2006, i cui risultati saranno pubblicati entro il 10 gennaio 2007 all’albo dell’Ufficio IV della D.G.P.C.C. e sul sito internet del Ministero degli Affari Esteri.

Dove è possibile consultare gli elenchi?
Gli elenchi del personale che ha superato le prove d’accertamento linguistico con i relativi punteggi saranno pubblicati al seguente indirizzo: http://www.esteri.it/politica estera/grandi temi/politica culturale/attività/istituzioni scolastichepolitica culturale/attività/istituzioni scolastiche).
 
Chi ha titolo a presentare la domanda?
Coloro che hanno superato le prove (punteggio minimo 56/80) ed hanno quindi acquisito l’idoneità linguistica necessaria per l’inserimento nelle graduatorie permanenti, hanno titolo a richiedere l’inclusione nelle graduatorie permanenti, presentando domanda al Ministero degli Affari Esteri ai sensi della presente Ordinanza entro e non oltre il 9 febbraio 2007, utilizzando esclusivamente i moduli allegati all’ Ordinanza. La domanda, corredata dalla relativa documentazione, dovrà essere spedita, per raccomandata con avviso di ricevimento, al Ministero degli Affari Esteri, DGPCC, uff. IV , Piazzale della Farnesina, 1 – 00194 Roma; a tal fine fa fede il timbro e la data dell’Ufficio postale accettante. 
 
I titolo da allegare?
In allegato alla domanda ed entro gli stessi termini, il personale docente ed ATA dovrà produrre copia conforme dei titoli culturali, professionali e di servizio di cui si chiede la valutazione e che sono indicati nell’Allegato A.
I titoli culturali possono essere valutati per un punteggio massimo di 35 punti.
I titoli professionali possono essere valutati per un punteggio massimo di 25 punti.
Il servizio è valutato 2 punti l’anno per un massimo di 10 anni.

ATTENZIONE
Non sono valutabili tutti i titoli di accesso alla cattedra o posto attualmente ricoperto, né quello di grado inferiore
I titoli da valutare dovranno essere stati conseguiti entro il 2 ottobre 2006, data di scadenza del termine utile stabilito per la presentazione delle domande di partecipazione alle prove di accertamento linguistico (D.I. n. 4747 del 28/07/2006).
L’ordine di graduatoria sarà dato, per ciascun concorrente, dal punteggio complessivo risultante dalla somma tra il punteggio conseguito nelle prove di accertamento linguistico e quello risultante dalla valutazione dei titoli di cui alla tabella allegata al CCNL del 24/07/2003.

Il personale docente ed Ata attualmente in servizio all’estero o il personale che abbia già prodotto i suddetti titoli su richiesta dell’Amministrazione in seguito al superamento delle prove di accertamento linguistico indetto nel 2001, potrà fare riferimento ai documenti già in possesso della D.G.P.C.C. – Ufficio IV ed inviare copia conforme della documentazione dei soli titoli in base ai quali richiede l’aggiornamento del punteggio.
Il titolo di accertamento della conoscenza della lingua straniera conserva la validità per nove anni scolastici. In particolare, i nove anni decorrono dall’anno scolastico 2002-2003 per il titolo conseguito nel 2002 e dall’anno scolastico 2007-2008 per il titolo conseguito nel 2006. Qualora i nove anni scadano nel corso del triennio di invariabilità della graduatoria permanente, l’aspirante vi è mantenuto fino alla successiva selezione.
 
Docenti di lingua straniera che richiedono la tipologia dei lettorati
I docenti di lingua straniera appartenenti alla classe di concorso 45 A, che richiedono l’inserimento nelle graduatorie stilate per la tipologia Scc (Scuole e Corsi) e per il codice funzione 003, e quelli delle classi di concorso 45 A e 46 A, che richiedono la tipologia “Lettorati” ed il codice funzione 034, dovranno inoltre documentare di aver superato, nell’ambito dei corsi universitari, almeno due esami di lingua e/o letteratura italiana secondo la tabella di omogeneità del Ministero della Pubblica Istruzione, allegata ai bandi di concorso per titoli ed esami emanati con D.M. 30/01/1998 e riportata nei DD.MM. 31/03/1999 e 01/04/1999.
 
Quali allegati bisogna compilare   (Per scaricare l’allegato e i modelli consulta il box in alto a destra “Approfondimenti”)
Mod. 1 e l’Allegato A
Il personale docente ed Ata che abbia partecipato solamente alle prove di accertamento linguistico 2006 per una o più tipologie, aree linguistiche e codici funzione e le abbia superate,
 
Mod. 2 e l’Allegato A.
Il personale docente ed Ata già inserito nelle graduatorie permanenti costituite sulla base delle disposizioni dell’O.M. 23/11/2001 n. 5268 che intenda richiedere l’aggiornamento del punteggiorelativo ai titoli culturali, professionali e di servizio
 
Mod. 2 e l’Allegato A.
Il personale docente ed Ata che avendo superato la selezione indetta nell’anno 2001 non aveva presentato domanda di inclusione nella graduatoria permanente poiché in servizio all’estero
 
 
Mod. 2
il personale che non abbia sostenuto le prove del 2006 o non le abbia superate dovrà dichiarare nel modello di domanda il superamento delle prove indette nel 2001 ed il punteggio ottenuto.
I titoli di accertamento della conoscenza della lingua straniera ottenuti negli anni 1993 e 1995 hanno perduto la loro validità. Hanno altresì perduto validità i titoli ottenuti nel 1997, ai sensi dell’art. 9 dell’ O.M. 16/05/1997 emanata in base all’accordo dell’11/12/1996 aggiuntivo al CCNL 1995.
 
Il personale che abbia superato le prove di accertamento linguistico del 2001 e del 2006 per la medesima tipologia, area linguistica e codice funzione dovrà dichiarare, negli appositi spazi del Mod. 2, di quale titolo intenda avvalersi.
 
 
Possono essere inclusi nelle graduatorie permanenti e per l’aggiornamento titoli:
 
Il personale docente e Ata che abbia partecipato alle prove di accertamento linguistico indette e le abbia superate.                                    
Il personale docente e Ata già inserito nelle graduatorie permanenti costituite sulla base delle disposizioni dell’O.M. 23/11/2001 n. 5268).
 
I requisiti richiesti
Coloro che non sono stati ancora nominati;
Coloro che sono stati depennati dalle graduatorie per non aver accettato la proposta di destinazione all’estero, oppure depennati dalle graduatorie in quanto, destinati all’estero, siano stati successivamente restituiti ai ruoli metropolitani, a domanda o per motivi di salute, prima del completamento del mandato;
Coloro che, già depennati dalla graduatoria permanente costituita ai sensi dell’O.M. 23/11/2001 per la quale sono stati nominati, in quanto destinati all’estero ed attualmente in servizio in Italia;

Non ha titolo a richiedere l’inclusione nelle graduatorie permanenti il personale che:
a)   sia in possesso soltanto di uno dei titoli di accertamento linguistico conseguiti negli anni 1993, 1995 e 1997 in quanto hanno perduto la loro validità;
b)   sia incorso in provvedimenti disciplinari superiori alla censura e non abbia ottenuto il provvedimento di riabilitazione;
c)   sia stato restituito ai ruoli metropolitani per incompatibilità o per motivi di servizio;
d)   abbia già prestato servizio all’estero, anche se in più aree linguistiche e in differenti codici funzione, per un periodo di durata complessivamente superiore ai dieci anni scolastici;
e)   abbia già prestato un periodo di servizio nelle Scuole Europee. Tale personale può tuttavia essere incluso nelle graduatorie permanenti della tipologia Scuole e Corsi e Lettorati e, se utilmente collocato, può svolgere solamente un periodo di servizio di ulteriori cinque anni cumulabile con quello precedentemente svolto presso le Scuole Europee.
 
Il personale docente ed Ata attualmente in servizio all’estero, qualora abbia partecipato e superato le prove di accertamento linguistico 2006, potrà presentare domanda di reinserimento nella graduatoria permanente – per il codice funzione per il quale è stato nominato – in occasione del primo aggiornamento utile di tali graduatorie successivo al compimento del proprio mandato.
 
 
      Formazione delle graduatorie permanenti
Con apposito avviso nella Gazzetta Ufficiale IV Serie Speciale del 27 febbraio 2007 sarà resa   nota la data di pubblicazione delle graduatorie mediante affissione all’Albo del Ministero degli Affari Esteri – D.G.P.C.C. ufficio IV e pubblicazione sul sito internet del M.A.E.