Home Archivio storico 1998-2013 Generico Quest’anno il Premio Rossini punta su ‘Tutti i colori della sicurezza’

Quest’anno il Premio Rossini punta su ‘Tutti i colori della sicurezza’

CONDIVIDI
  • Credion
I dati Istat continuano a dirci che i giovani risultano nettamente più esposti ai rischi sul lavoro rispetto alle altre fasce d’età: per questo occorre insistere sulla prevenzione degli incidenti lavorativi sensibilizzando le nuove generazioni. È con questo obiettivo che il 15 novembre è stato presentata, presso la sede dell’Anmil di Bergamo, la nona edizione del concorso nazionale ‘Primi in sicurezza’, rivolto agli alunni delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie.
Quest’anno alla manifestazione, che nelle precedenti edizioni ha coinvolto circa 2.800 scuole e oltre un milione di alunni, i partecipanti saranno chiamati a realizzare un elaborato su ‘Tutti i colori della sicurezza’: verrà chiesto loro di dare ampio risalto al colore, uno strumento spesso utilizzato per segnalare le situazioni di rischio e di pericolo riscontrabili sui luoghi di lavoro. Sono felice di inaugurare questa nona edizione – ha dichiarato Marco Rossini, presidente e amministratore delegato di Rossini Trading – partendo da questa traccia: gli studenti potranno esprimere la loro creatività e approfondire una tematica fondamentale per il loro futuro.
I mezzi di cui gli studenti potranno avvalersi sono tra i più disparati: disegni, cartelloni, album fotografici, pubblicazioni sul giornale della scuola, spot promozionali, video, cd-rom, giochi di società, test, sondaggi e molti altri. Tramite questi supporti potranno, ad esempio, approfondire le cause e le conseguenze degli incidenti sul lavoro, informarsi sulle normative nazionali ed europee vigenti e riflettere sulla possibilità di creare nuove condizioni per migliorare la sicurezza, prendendo anche spunto da fatti di cronaca realmente accaduti.
La cerimonia di premiazione è in programma a maggio 2011: “oltre a rappresentare un momento di festa e aggregazione per le centinaia di alunni partecipanti – hanno spiegato gli organizzatori – sarà l’occasione per ricordare la storia umana e professionale di Emilio Rossini, imprenditore che, partito dalla gavetta, ha saputo costruire – con il suo impegno nel settore specifico dei prodotti antinfortunistici – una nuova cultura del lavoro e della prevenzione”. Nel corso della manifestazione conclusiva verranno consegnate quattro medaglie del Presidente della Repubblica e saranno attribuiti dei premi speciali alle scuole particolarmente meritevoli.
 
Gli elaborati dovranno essere inviati alla redazione di ‘Okay!’, presso Casa M. E. Mazza, via Nullo 48, 24128 Bergamo, entro il 15 marzo 2011.