Home Archivio storico 1998-2013 Handicap Rifiutata da tutte le università: “la sua disabilità costa troppo”

Rifiutata da tutte le università: “la sua disabilità costa troppo”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

E forse, a causa del suo andicap, non realizzerà mai il suo sogno di diventare psicologa perché può seguire le lezioni solo attraverso webcam, come ha fatto con la scuola, ma per le facoltà di tutta Italia “costa troppo”.
Malgrado le innumerevoli domande presentate, alla Cattolica di Milano, all’Università di Urbino e di Chieti: nessuno di loro ha mai risposto positivamente. “Siamo spiacenti, non siamo un’università telematica e per gli esami occorre sottoporsi a prove e verifiche ufficiali, in presenza di una commissione. La sua distanza da Milano ci obbliga, purtroppo e con rammarico, a comunicarle che siamo impossibilitati a predisporre un iter dedicato”.
Il Comune di Ruvo di Puglia ha sempre aiutato la su famiglia a sostenere le spese per il computer, la webcam e tutto il necessario per assicurare a Rosanna un’adeguata offerta formativa dalle elementari fino al diploma e anche il sindaco di Ruvo, Vito Ottombrini, Pd, assicura che “Rosanna ha un cervello eccezionale”. E cita orgoglioso una poesia del quaderno “Liberi pensieri” che la giovane gli ha regalato: “Tu osservi, io anche, Tu parli, io anche. Io ascolto chi mi circonda, tu ascolti solo te stesso. Io mi integro nella comunità, tu emargini te stesso. Io sono fiero di essere il diverso. Tu…”
Prima le scriveva a penna ma col tempo le sue capacità motorie si sono drasticamente ridotte e ora usa solo il computer aiutandosi con due mouse: uno muove una specie di puntatore che evidenzia le lettere, l’altro serve a cliccare. Un sistema tutto sommato semplice ma che per gli atenei italiani evidentemente costa troppo. Per questo ieri sera ha scritto il suo appello al ministro Profumo: ”Chiedo al ministro Profumo che a tutti gli studenti, disabili e non, che sono interessati allo studio, come me, venga data la possibilità di frequentare le università, le quali, essendo a numero chiuso pullulano di raccomandati e strafottenti. Grazie”.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese