Home Attualità Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo

Roberta Metsola è la nuova presidente del Parlamento Europeo

CONDIVIDI

L’eurodeputata maltese del Ppe, Roberta Metsola, è stata eletta presidente del Parlamento europeo con 458 voti. I votanti sono stati 690: schede bianche o nulle 74; voti espressi 616.

La neo presidente in italiano e nel suo primo discorso ha voluto esprimere la sua intenzione di continuare il lavoro svolto da David Sassoli: “La prima cosa che vorrei fare, come presidente, è raccogliere l’eredità che ci ha lasciato David Sassoli. David era un combattente per l’Europa, per noi, per questo Parlamento. Credeva nel potere dell’Europa di forgiare un nuovo percorso in questo mondo. Grazie David”. 

Icotea

“Mi sento onorata della responsabilità che mi affidate vi prometto che farò del mio meglio per lavorare per questo Parlamento e per i cittadini europei. Dobbiamo garantire che la Conferenza sul futuro dell’Europa abbia il sostegno necessario di cui ha bisogno per garantire risultati concreti e, in particolare, dobbiamo ascoltare nostri giovani in questo anno a loro dedicato”. 

Nel suo intervento, Metsola, ha speso parole anche per la lotta al cambiamento climatico, per portare l’UE a essere il primo continentale con neutralità di emissioni, traguardo indispensabile per attuare politiche su temi come “immigrazione, salute, energia, digitalizzazione, uguaglianza, giustizia sociale” e per allestire un nuovo modello economico per la Difesa. Passaggio conclusivo sui diritti delle donne: “La lotta per la vera uguaglianza deve andare oltre la superficie, deve permeare tutto quello che facciamo”.

Ma chi è Roberta Roberta Metsola?

43 anni, è la più giovane presidente della storia del Parlamento europeo e la 17esima presidente dal 1979. È pure la terza donna a ricoprire questa carica dopo Simone Veil e Nicole Fontaine.

È stata membro della formazione giovanile del Partito Nazionalista e nel 2013  prese il posto di Simon Busuttil, dimessosi per essere stato eletto al parlamento maltese. Il 12 novembre 2020 viene eletta prima vicepresidente vicaria del Parlamento europeo e l’11 gennaio 2022 subentrò come Presidente del Parlamento europeo ad interim dopo la scomparsa di David Sassoli. 

Criticata per le sue posizioni anti-abortiste si è anche distinta in temi delicati e sui diritti civili, lavorando su una serie di questioni, dalla migrazione alla corruzione ai diritti Lgbtiq. Si è spesa anche per il rispetto dello stato di diritto contro le posizioni della Polonia.

Metsola ha anche una lunga storia tra le istituzioni europee, avendo lavorato presso l’ufficio maltese dell’Ue dal 2004 al 2012 ed essendo stata consulente legale dell’ex Alta rappresentante per gli affari esteri Ue, Catherine Ashton.