Home I lettori ci scrivono Scandalo in Molise nella formazione professionale

Scandalo in Molise nella formazione professionale

CONDIVIDI
  • Credion

Il settore della formazione professionale nel Molise è sempre stato disastrato ed in balia della politica del momento. Sin dall’anno 2004/2005 si verificò un caso alquanto strano di nuove assunzioni nel settore dopo aver mandato via circa 300 operatori con la scusa che la Regione non aveva i fondi necessari a sostenere i costi di tutto quel personale. Comunque si inventarono un progetto “ombrello” che riusci a mantenere in servizio i cento operatori senza che fossero impegnati, ma retribuendoli senza che facessero alcun lavoro. Il nuovo assessore Pietraroia non era d’accordo, giustamente, a questo spreco di denaro pubblico e decise di rimandarli agli enti di appartenenza. Gli enti proposero subito il licenziamento e poi d’improvviso la Regione Molise decide di assumerli per l’orientamento scolastico.

Precisiamo che l’orientamento scolastico da anni viene effettuato dalle scuole statali con personale laureato e di ruolo. Precisiamo inoltre che l’orientamento viene pure ef fettuato dall’Ente Provincia, che sia pur fallimentare trova i soldi necessari a mantenere circa 200 operatori inattivi. Perchè chiediamo al Presidente della Regione Molise ed all’assessore Pietraroia, sprecare denaro pubblico in un momento storico così drammatico. Daltronde questi operatori della formazione professionale vengono retribuiti da circa dieci anni senza alcun impegno di lavoro. Hanno già percepito abbastanza, adesso basta!!!  

Icotea