Home Alunni Sempre meno Fantozzi, sempre più aspiranti chef

Sempre meno Fantozzi, sempre più aspiranti chef

CONDIVIDI
  • GUERINI

Continua a crescere l’interesse per gli istituti alberghieri: è questa la novità proveniente dai dati ufficiali sulle iscrizioni al prossimo anno scolastico. Come già rilevato da questa redazione, i nuovi iscritti alle scuole di enogastronomia e ospitalità alberghiera sono stati ben 48 mila, oltre il 5% in più dell’anno precedente. Che corrispondono a quasi un alunno su 10 che si iscrive alle superiori. A sottolinearlo è ora anche la Coldiretti, che si sofferma sullo storico sorpasso ai danni delle “matricole” degli istituti tecnici di amministrazione, finanza e marketing.

“Per il prossimo anno – sottolinea la Coldiretti – si sono iscritti alle prime classi degli istituti tecnici di amministrazione, finanza e marketing 45.531 giovani con un calo del 4% rispetto all’anno in corso, mentre quelli che hanno optato per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera sono stati 48.867, in aumento del 5%, secondo un trend in atto ormai da diversi anni. Quasi uno studente neoiscritto alle scuole superiori su 10 ha scelto gli Istituti professionali dedicati all’enogastronomia e all’attività alberghiera per i quali negli ultimi anni – conclude la Coldiretti – si è registrata ‘una escalation senza freni’ tanto che oggi rappresentano oltre il 9,2% del totale dei 530.911 giovani iscritti al primo anno delle scuole secondarie per l’anno 2014-2015.

Icotea

Il corso superiore che rimane di gran lunga il preferito dai 14enni italiani rimane il liceo Scientifico, con 121.686 richieste di iscrizione. Cresce, infine, anche l’interesse per il Linguistico, preferito da 47.161 giovani: ma questa non è proprio una novità.