Home Personale Si aggrava l’emergenza dirigenti nelle scuole del Friuli Venezia Giulia

Si aggrava l’emergenza dirigenti nelle scuole del Friuli Venezia Giulia

CONDIVIDI

A segnalare l’emergenza dirigenti nelle scuole del Friuli Venezia Giulia le segreterie regionali di Flc Cgil, Cisl scuola, Uil scuola e Snals-Confsal, che sul tema hanno chiesto e ottenuto un incontro con il responsabile dell’ Ufficio scolastico regionale per fine maggio a Trieste. La riunione, sollecitata nell’ ambito della mobilitazione nazionale dei dirigenti scolastici – in stato di agitazione dal 3 maggio dopo le deludenti risposte ricevute dal ministero – sarà anche l’occasione per rilanciare a livello regionale le rivendicazioni della categoria, riguardanti il rinnovo del contratto, la ridefinizione delle responsabilità dei dirigenti, la continuità e l efficienza della gestione delle scuole autonome, la questione della valutazione.

 

{loadposition carta-docente}

Icotea

 

Tema centrale dell’ incontro con l’Usr, però, sarà proprio la grave carenza di dirigenti nelle scuole regionali.

“Una situazione – scrivono in una nota unitaria i segretari regionali Adriano Zonta (Cgil), Donato Lamorte (Cisl), Ugo Previti (Uil) e Giovanni Zanuttini (Snals) – che il prossimo anno scolastico si aggravera’ per effetto dei dieci pensionamenti previsti, per cui la nostra regione avra’ l’amaro primato di avere circa il 40% delle scuole senza dirigente titolare”.