Home Archivio storico 1998-2013 Ordinamento Sicurezza nelle scuole, emergenza nazionale

Sicurezza nelle scuole, emergenza nazionale

CONDIVIDI
  • Credion

Il procuratore Guariniello, fra le altre cose ha detto: “Non si può pensare che la soluzione del problema passi attraverso la disapplicazione della legge, accettata dall’autorità giudiziaria. Viviamo in uno stato di diritto finché c’è una legge bisogna applicarla. E le spese vanno decise scientificamente”
“E’ giusto avere risorse, ma bisogna saperle spendere. Servono adeguate verifiche su ciò che viene fatto” ha osservato Guariniello, ricordando: “In un colloquio con il ministro della Pubblica istruzione mi disse che si pensava di costruire scuole nuove. Ma pochi giorni dopo in una scuola costruita nel 2007 cadde un contro soffitto. I materiali e le modalità di costruzione non erano quelle giuste”.
Infine Guariniello ha chiosato: “Bisogna che ci sia una scientificità che faccia da discrimine nelle scelte di spesa. Il magistrato da solo non può risolvere il problema”