Home Generale Telefono Azzurro per la prevenzione di suicidi di bambini e adolescenti

Telefono Azzurro per la prevenzione di suicidi di bambini e adolescenti

CONDIVIDI

Telefono Azzurro e Facebook si uniscono per la difesa dei diritti di bambini e degli adolescenti. Un’operazione globale condotta da Facebook insieme a Telefono Azzurro attraverso il numero 19696 e con la chat http://consulenzaonline.azzurro.it/xchatty/chat.html, attivi 24/7.

Chi viene segnalato può quindi scegliere se contattare un amico, una linea di assistenza (in questo caso la linea 114 e l’1.96.96 di Telefono Azzurro) o ricevere suggerimenti di supporto.

Icotea

L’iniziativa nasce dall’esame dei tristissimi numeri: nel periodo compreso tra 1 gennaio 2015 e 13 giugno 2016 il Centro Nazionale di Ascolto 1.96.96 e chat di Telefono Azzurro hanno gestito complessivamente 3806 casi. Di questi, 282 (il 7,4% del totale) riguardano richieste di aiuto e intervento per tentativi di suicidio o ideazioni, e di atti auto lesiviIl 47% delle richieste di aiuto ricevute riguarda ideazioni suicidarie o, nel 45% dei casi atti autolesivi. Gli altri casi riguardano tentativi di suicidio.

 

{loadposition deleghe-107}

 

Nell’85,3% dei casi segnalati la richiesta di aiuto è fatta da un bambino/adolescente e l’84,4% dei casi contatta direttamente chi sta compiendo atti autolesivi / sta pensando al suicidio. Spesso il Centro Nazionale di Ascolto viene contattato da ragazze (77,8% dei casi), a volte amiche della persona in difficoltà (29,3% dei casi).

Nella maggior parte dei casi il minore coinvolto in queste richieste di aiuto è solo uno (92,6% dei casi), adolescente in più di 1 caso su 2 (59,2% dei casi; 15-18 anni); spesso femmina (78,8% dei casi).

Un dato allarmante, nel quale vano considerati quanti non trovano il coraggio di chiedere aiuto. Per questo il servizio di Telefono Azzurro a breve verrà ulteriormente implementato, come annunciato dallo stesso Zuckerberg dal suo profilo. Facebook sta testando nuove funzionalità negli Stati Uniti: gli strumenti per la prevenzione saranno attivi anche per i post Live in tempo reale e verrà sperimentato l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per facilitare l’identificazione di messaggi simili.

Grazie a questi nuovi tool, se un bambino o un adolescente pubblicherà contenuti preoccupanti e potenzialmente autolesionisti sarà possibile intervenire immediatamente segnalandoli con un apposito tasto.

Per informazioni su come trovare supporto tutte le info sul Centro assistenza di Facebook: https://www.facebook.com/help/594991777257121/ e in caso di sospetta emergenza di un minore è importante contattare subito il numero di emergenza, 114 o 1.96.96.