Home Attualità Troppi schiamazzi al Liceo, il preside a processo, ma assolto per prescrizione

Troppi schiamazzi al Liceo, il preside a processo, ma assolto per prescrizione

CONDIVIDI

Un vicino infastidito dalle lezioni di educazione fisica ha portato l’intera scuola davanti a un giudice.

I fatti risalgano al 2012, ma solo nel 2017 si è arrivato a conclusione con la sentenza del giudice monocratico che ha assolto il preside del Convitto Foscarini di Venezia, uno dei quattro più antichi licei pubblici d’Italia, per prescrizione malgrado fosse stato rinviato a giudizio per violazione dell’articolo 659 del Codice Penale (“Disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone”)

Icotea

Così come riporta La Nuova Venezia, tutto era partito da un residente che viveva a ridosso del Convitto Foscarini. Il residente era particolarmente infastidito quando i ragazzi giocavano a basket nel campo all’aperto. Il rumore del pallone, gli schiamazzi erano diventati insopportabili per il cittadino che aveva deciso di presentare un esposto per segnalare che le partite di basket all’aperto giocate dai ragazzi del Foscarini provocavano troppo rumore.

Il procedimento era andato avanti e le rilevazioni acustiche dell’Arpav (Agenzia regionale per l’Ambiente) erano risultate al di sopra dei limiti imposti dalla normativa visto che l’ex preside è finito a giudizio davanti al tribunale monocratico. Poi la sentenza, arrivata a fine ottobre, che assolve l’ex preside (andato in pensione nel 2014), ma solo per la prescrizione dei fatti addebitati.