Home Alunni Usi e abusi dei social network: la collaborazione fra scuola e famiglie...

Usi e abusi dei social network: la collaborazione fra scuola e famiglie è decisiva e indispensabile

CONDIVIDI

I giovani e i social network, i disturbi del loro abuso è il titolo di un convegno svoltosi nei giorni scorsi a Palmi su iniziativa dell’Amministrazione comunale e della Camera minorile della cittadina calabra.
Nel corso del convegno sono stati discussi anche i risultati di un questionario somministrato nei giorni precedenti agli studenti delle scuole che hanno aderito al progetto.

Intervenendo sul tema dell’iniziativa il dirigente dell’IC San Francesco Ferdinando Rotolo ha sottolineato l’importanza del tema, “che costringe tutti ad una seria riflessione sul ruolo ricoperto dai social nella società moderna e, ancor di più, in quella futura”.
Rotolo ha spaziato tra diversi aspetti di una problematica complessa, soffermandosi, in particolare, sulla “tempesta digitale” che colpisce i giovani e sull’importante ruolo della scuola.
“E’ nostro dovere, come educatori – ha detto– intervenire per aiutarli a comprendere che la vita vera non è quella virtuale”.
Il dirigente ha sottolineato anche come “una soluzione ai problemi posti dall’invadenza dei social nella vita degli adolescenti non può prescindere dal coinvolgimento, sempre più consapevole, dei genitori, che spesso, invece, ignorano i pericoli cui i propri figli sono esposti ogni giorno nella rete”.

Icotea

La presidente della Camera Minorile di Palmi Alvaro ha annunciato che nel prossimo anno scolastico saranno organizzati altri incontri sul tema anche per sostenere le scuole del territorio che da sempre dedicano molta attenzione a questa delicata problematica, che interessa da vicino alunni e famiglie.

Tematica che viene affrontata sul piano normativa dalla legge 71 del 2017 che si pone l’obiettivo di prevenire e contrastare il cyberbullismo in tutte le sue manifestazioni.
Secondo le norme in vigore ogni istituzione scolastica deve individuare un referente al cyberbullismo, per coordinare le iniziative che la scuola intende attuare nell’ambito della prevenzione. Tra queste, è importante prevedere momenti di educazione rivolti ai minorenni sull’uso consapevole della rete internet e sui diritti e doveri connessi alle tecnologie informatiche.