Home Archivio storico 1998-2013 Notizie dalle Regioni Utilizzo edifici ed impianti per attività extrascolastiche nella provincia di Bolzano

Utilizzo edifici ed impianti per attività extrascolastiche nella provincia di Bolzano

CONDIVIDI
  • Credion
Il regolamento disciplina l’utilizzo degli edifici, delle attrezzature e degli impianti delle scuole elementari, medie, superiori e professionali per iniziative culturali e sportive extrascolastiche (per l’utilizzo delle palestre e degli impianti sportivi è espressamente previsto l’uso di adeguato abbigliamento e calzature adatte).
In caso di svolgimento di più manifestazioni concomitanti, vengono stabiliti dei criteri di priorità, partendo dalla rilevanza a carattere internazionale e statale delle manifestazioni ospitate.
All’inizio di ogni anno scolastico il dirigente verifica la compatibilità dell’utilizzo con tutte le attività scolastiche, comprese quelle integrative, e ne predispone l’orario per attività extrascolastiche.    
Le domande per l’utilizzo di edifici, impianti ed attrezzature vanno presentate al dirigente scolastico competente. Per utilizzare palestre ed impianti sportivi interscolastici di proprietà della provincia, le istanze devono essere inoltrate ai rispettivi consegnatari.
Le domande devono essere presentate: entro il 30 aprile qualora l’utilizzo riguardi il periodo delle vacanze estive; entro il 15 luglio se l’utilizzo riguardi l’intero anno scolastico o periodi superiori ad un mese; almeno quattordici giorni prima dell’utilizzo, qualora il medesimo sia saltuario (le richieste inoltrate successivamente alla scadenza possono essere accolte solo dopo il soddisfacimento delle istanze presentate nei termini previsti).
L’autorizzazione all’utilizzo è rilasciata dal dirigente scolastico ad avvenuto pagamento della cauzione e a seguito della sottoscrizione delle condizioni di utilizzo.
La cauzione, che serve a risarcire eventuali danni, ammonta al 20 per cento del totale del rimborso spese, fissato dal proprietario in base all’utilizzo, nei limiti minimi e massimi di cui agli allegati A e B del decreto n. 2/2008 (riportato sulla G.U. n. 1 del 3 gennaio 2009, 3ª serie speciale) del presidente della provincia di Bolzano. Il rimborso spese, da versarsi anticipatamente e direttamente alla direzione scolastica, copre i costi per l’illuminazione, il riscaldamento, la pulizia, la vigilanza e la manutenzione degli oggetti.
Per alcune attività svolte dalle associazioni senza scopo di lucro non è previsto il pagamento del rimborso spese.
L’autorizzazione ha validità massima di un anno ed obbliga l’utilizzatore a: attenersi al regolamento scolastico interno della scuola; utilizzare soltanto le strutture o le zone oggetto dell’autorizzazione; utilizzare le attrezzature e le dotazioni a disposizione con la massima cura e solo per gli scopi cui le stesse sono destinate; segnalare immediatamente eventuali mancanze o danni alla direzione scolastica; non trattenersi senza permesso all’interno degli edifici; rispettare gli orari fissati.
La non effettuazione dell’attività deve essere comunicata con almeno un giorno di anticipo.
La priorità per l’utilizzo delle strutture è data ad attività di prevenzione e terapeutiche in favore di persone disabili nonché ad iniziative per l’integrazione sociale delle persone in situazione di handicap.