Home Archivio storico 1998-2013 Generico Viaggiare in autobus fa bene e fa vincere

Viaggiare in autobus fa bene e fa vincere

CONDIVIDI
webaccademia 2020

In nome della “mobilità sostenibile”, l’Università di Catania e l’Azienda municipale trasporti rafforzano la loro alleanza per incentivare concretamente le decine di migliaia di studenti e il personale dell’Ateneo ad utilizzare i bus per raggiungere le aule di lezione o le sedi degli uffici.

 
E’ stata ufficialmente presentata questa mattina, con una conferenza stampa che si è tenuta davanti al Palazzo Centrale, l’iniziativa “Assaggia l’autobus”, promossa dal Momact, l’ufficio di Mobility Management dell’Ateneo catanese e dall’Amt, per promuovere l’uso dell’autobus urbano come scelta più adatta per gli spostamenti da casa alle sedi universitarie e, nei fatti, come soluzione più efficace e sostenibile per liberare la città dal traffico, rendendola più abitabile, vivibile ed "europea".
Da lunedì 11 aprile e fino al 30 giugno prossimo, chi studia, insegna o lavora all’Università, potrà perciò acquistare – nei punti vendita Amt di piazza Stesicoro, Stazione Centrale, Piazza Borsellino (Alcalà) e all’Ufficio abbonamenti Amt di via Sant’Euplio 168 – degli speciali carnet da 20 biglietti orari dell’autobus urbano al costo di 12,50 euro (poco più di 60 centesimi a biglietto, quelli normali costano 1 euro e durano 90 minuti) ed impiegarli per raggiungere in bus le aule o gli uffici dislocati in varie zone del capoluogo urbano, lasciando a casa l’autovettura privata.
Per accedere all’agevolazione, sarà sufficiente esibire, al momento dell’acquisto, un documento d’identità e l’attestazione dello status di dipendente o di studente del’Università di Catania (sono ammessi a partecipare docenti, personale tecnico-amministrativo, contrattisti, borsisti e dottorandi in servizio nel 2011 e studenti iscritti all’anno accademico 2010-2011).
All’iniziativa, denominata “Assaggia l’autobus”, è collegato un importante concorso a premi realizzato con il fondamentale sostegno della stessa Amt. I carnet (nominali, intestati al dipendente o studente e non cedibili ad altri né totalmente né in parte) coi biglietti convalidati andranno infatti conservati e consegnati in busta chiusa al Momact, nella sede di via di Sangiuliano 257, entro il 6 luglio 2011.
Coloro che avranno consegnato carnet per un totale di almeno 50 biglietti obliterati parteciperanno all’estrazione finale dei tre premi in palio: nell’ordine, una bicicletta elettrica a pedalata assistita, un I-phone con l’app I-Amt per la consultazione della mappa delle linee Amt e un paio di scarpe ergonomiche Mbt. L’estrazione avverrà tra tutti i biglietti consegnati e obliterati: perciò, chi avrà utilizzato più volte l’autobus avrà maggiori probabilità di essere estratto.
“Si tratta di un’iniziativa pensata per riavvicinare l’utenza cittadina al sistema di trasporto pubblico, ha spiegato il presidente dell’Amt Roberto Sanfilippo. Per svariati motivi, oggi i catanesi tendono ad essere disamorati rispetto ai mezzi pubblici, ma sono convinto che presto le cose cambieranno: attualmente è allo studio del Consiglio Comunale la trasformazione dell’Amt in spa; a breve, inoltre, sono previsti il passaggio della gestione dei parcheggi scambiatori alla nostra azienda, l’adozione di un nuovo piano urbano e molte altre iniziative che contribuiranno a risolvere – speriamo in maniera definitiva – il problema del traffico a Catania”.
Fiduciosa nella buona riuscita del concorso anche la professoressa Annalisa Greco, Mobility manager dell’Università: “Speriamo davvero che questa iniziativa possa servire a promuovere un maggiore utilizzo del trasporto pubblico da parte di dipendenti e studenti del nostro Ateneo. Recentemente il Mobility management ha realizzato un’indagine molto ampia fra gli utenti universitari, dalla quale è emersa una certa resistenza, da parte degli intervistati, a lasciare a casa l’auto in favore degli autobus. Dobbiamo continuare a lavorare proprio su questo problema.
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese