Home Attualità 100 alla maturità, la parola a Elena: “Mi piacciono le scienze e...

100 alla maturità, la parola a Elena: “Mi piacciono le scienze e mi diletto con la chitarra”

CONDIVIDI

Continua la quinta edizione di 100 alla maturitàl’iniziativa della Tecnica della Scuola dedicata agli studenti che hanno superato con 100 centesimi l’Esame di Stato.

 

Abbiamo parlato con una neo centista, Elena Luchi, che ha frequentato il Liceo Scientifico presso l’Istituo Marie Curie di Pergine Valsugarna.

Icotea

 

Come ti sei trovata a scuola?

La scuola superiore è stata per me un periodo che ricorderò sempre con piacere, in quanto mi sono trovata molto bene sia con i compagni di classe, nei quali ho trovato dei buoni amici, che con i docenti, che si sono dimostrati molto disponibili e gentili.

 

Cosa fai nel tempo libero? Hai coltivato delle passioni durante il periodo scolastico?

Durante il periodo delle superiori, escluso l’ultimo anno, ho frequentato la scuola musicale suonando la chitarra classica, che però ho purtroppo dovuto mettere da parte in quinta per riuscire a dedicarmi in modo migliore alla scuola che, soprattutto nel periodo finale, ha richiesto un enorme impegno. Durante il mio tempo libero amo stare con il mio ragazzo, leggere, disegnare e fare fotografie.

 

Quali sono le tue ambizioni per il futuro. Università o lavoro?

Per quanto riguarda il mio futuro, a breve desidero provare il test d’ingresso per l’università di biologia e di biotecnologia, perché sono stata sempre interessata all’ambito delle scienze è una passione che desidero coltivare.

 

Italia o estero per la tua formazione?

Credo che in Italia vi siano ottime opportunità per la formazione universitaria, e quindi al momento non sento una particolare necessità di recarmi all’estero per gli studi, ma non escludo questa ipotesi per il mio futuro, perché queste esperienze, oltre che da un punto di vista culturale, portano anche ad un arricchimento personale.

 

Cosa vorresti fare da grande?

Riguardo all’ambito lavorativo, non so ancora con precisione ciò che in futuro desidero fare, spero comunque di lavorare nell’ambito della biologia, anche se non sono sicura su quale settore in particolare.