Home Personale 11 sindacalisti indagati per truffa: l’ultimo anno di servizio al sindacato per...

11 sindacalisti indagati per truffa: l’ultimo anno di servizio al sindacato per una pensione da nababbi

CONDIVIDI
  • Credion

Truffa aggravata ai danni dello Stato e appropriazione indebita aggravata a carico di dirigenti sindacali, docenti e dipendenti amministrativi oggi in pensione.

È la pesante accusa mossa dalla Procura di Brescia ad 11 sindacalisti indagati dal 2014.

Icotea

“Tra i soggetti indagati – scrive l’agenzia Ansa – c’è anche il segretario generale del sindacato Snals (Sindacato Nazionale Autonomo Lavoratori della Scuola), indagato per concorso in truffa aggravata, nonché il segretario amministrativo nazionale, responsabile dei reati di truffa aggravata e appropriazione indebita”.

Le indagini sono partite nell’ottobre 2014 ed hanno riguardato i dipendenti dello Snals di Brescia e della segreteria nazionale, a caasa di presunte “condotte illecite poste in essere al fine di poter illegittimamente fruire di un vantaggio economico in materia pensionistica”.

 

{loadposition eb-scuola-italia}

 

L’ipotesi di illecito aveva preso spunto da un servizio giornalistico d’inchiesta della trasmissione televisiva “Le Iene” del 17 settembre 2014, di cui si interessò anche La Tecnica della Scuola, in merito ad insegnanti e dipendenti del Miur residenti in provincia di Brescia, i quali, nel corso del loro ultimo anno di servizio, prima del collocamento in pensione, sono stati distaccati presso le sedi centrali e periferiche del sindacato.

Nel periodo considerato, spiega ancora l’agenzia di stampa nazionale, “oltre a percepire il regolare stipendio, gli stessi si sono anche visti riconoscere una retribuzione aggiuntiva, che oscillava dai 2.000 euro ai 4.000 euro lordi mensili, in realtà mai corrisposta”.

 

{loadposition eb-sussidi-strumenti}

 

{loadposition facebook}