Home Didattica 3 miliardi ai Pon

3 miliardi ai Pon

CONDIVIDI
  • Credion

 

La notizia la riferisce Il Sole 24 Ore, secondo cui coi nuovi fondi (più consistenti) ci sarebbe la possibilità di far decollare l’alternanza scuola-lavoro arrivando, potenzialmente, a coinvolgere tutti i 200mila studenti iscritti agli ultimi due anni degli istituti tecnici, visto il progetto del governo di voler rendere obbligatoria questa esperienza formativa che lega scuola e impresa ai ragazzi degli ultimi tre anni degli istituti tecnici.

L’annuncio dell’imminente avvio del “Pon Istruzione 2014-2020”, scrive sempre Il Sole 24 Ore, è arrivato ieri a Verona, al «Job&Orienta».

Icotea

Gli ulteriori fondi dipendono dal fatto che “rispetto ad altri piani operativi, qui le risorse sono sempre state ben gestite e soprattutto spese. I 3 miliardi sbloccati arriveranno a tutte le 20 regioni italiane (non solo a quelle dell’Obiettivo Convergenza, che ne avranno comunque due) e, inoltre, per la prima volta, come accade negli altri principali paesi Ue, ci sarà l’integrazione tra fondi per non sovrapporre la spesa”. In pratica, su una misura confluiranno, come “vasi capillari”, le risorse del Pon Istruzione, la spesa regionale, e altri piani operativi nazionali, piano occupazione, in primis”, ha evidenziato il capo dipartimento per la Programmazione e le risorse umane e finanziarie del Miur.

 

{loadposition articologoogle}

 

I fondi 2014-2020, ha aggiunto il capo dipartimento del Miur, “interesseranno 8.730 scuole, 3 milioni di studenti, 250mila docenti e personale scolastico, 200mila adulti. E li spenderemo tutti”.

Per l’Indire i risultati della programmazione 2007-2013, nelle regioni Convergenza, sono stati lusinghieri:  le azioni «Tirocini e stage» e «Impresa simulata» hanno interessato oltre 110mila studenti (15.468 hanno realizzato uno stage all’estero) e sono state circa 8mila le imprese che hanno ospitato i ragazzi.

Il nostro augurio è che se ne faccia buon uso